Bruciato vivo in auto: pm, ergastolo per presunto assassino

(ANSA) – CAGLIARI, 30 GIU – Per l’omicidio dell’operaio Sergio Tronci, bruciato vivo in auto, l’accusa ha chiesto l’ergastolo. E’ il secondo dopo quello che Niveo Batzella ha già ricevuto per l’assassinio dell’imprenditore Gianluca Carta. Davanti ai giudici della Corte d’Assise il pm ha sollecitato il massimo della pena per il presunto capobanda accusato, in concorso, dell’omicidio dell’operaio massacrato di botte e poi trovato carbonizzato nel bagagliaio della sua auto a Ortacesus (Cagliari) nel 2004.

Condividi: