Droga stupro per violenza dipendente, chiesti 8 anni e mezzo

(ANSA) – TORINO, 30 GIU – Ha somministrato una droga a una sua dipendente per poi violentarla: con questa accusa un barista di 48 anni è sotto processo in tribunale a Torino. Oggi il pm Francesco Pelosi per lui ha chiesto otto anni e mezzo di carcere. L’episodio nel settembre 2013. La donna, dopo aver lavorato nel locale, si risvegliò in un albergo senza sapersi spiegare cosa era accaduto. Secondo le indagini le era stata somministrata la benzodiazepina, nota come “droga dello stupro”. L’uomo respinge ogni addebito. (ANSA).

Condividi: