Marchionne: Ferrari vale almeno 10 miliardi. Ecco la nuova Fiat 500

Pubblicato il 03 luglio 2015 da redazione

2016-Fiat-500-Steering

TORINO. – Anche per la Ferrari, come per Fca e Cnh Industrial, si profila la possibilità di un trasferimento della sede legale in Olanda. Sergio Marchionne lo ammette parlando con i giornalisti alla presentazione della nuova Fiat 500, al Lingotto a Torino. La casa di Maranello continuerà comunque a pagare le tasse in Italia, dove produce, ha aggiunto Marchionne che, quanto al valore della società di cui è presidente, ha indicato che si colloca “ad almeno 10 miliardi di euro”.

La nuova 500, che sarà costruita in Polonia e in Messico per il mercato nord americano, è per il gruppo “un passo avanti enorme”, sottolinea il manager. “Non credo che abbia concorrenti, non voglio fare lo spaccone ma è una macchina unica”. La vettura sarà venduta da subito in Italia e successivamente in Germania, Francia, Belgio, Austria, Svizzera. Poi a settembre arriverà la guida a destra. Il prezzo base parte da 13.500 euro per la versione pop 1.2.

Marchionne non fornisce indicazioni sui target di vendita del nuovo modello per il quale non esclude una versione a cinque porte. “Ne parlo sempre con Altavilla, è chiaro che quando viene allargata la gamma c’è un impatto sui modelli degli altri segmenti” che possono essere cannibalizzati, ha spiegato. Marchionne conferma i target 2015 del gruppo: circa 108 miliardi di euro di ricavi, un ebit tra 4,1 e 4,5 miliardi, un utile netto tra 1 e 1,2 miliardi, un indebitamento netto industriale tra 7,5 e 8 miliardi.

Quanto a una possibile modifica degli obiettivi di consegne stimate fra 4,8 e 5 milioni di unità quest’anno, l’ad di Fca sottolinea: “non è cambiato niente, la cosa importante sono i numeri finanziari, il risultato operativo”. Nessuna sorpresa dal sensibile rallentamento del mercato sud americano: “avevamo previsto che non sarebbe andato bene, continuo a pensare che si riprenderà all’inizio del quarto trimestre”.

Non ci saranno contraccolpi neppure dai maxi richiami di auto Chrysler negli Usa. “Sono state introdotte nuove regole, c’è un nuovo regime a cui tutti dobbiamo adeguarci. La Chrysler in alcuni casi non ha rispettato le regole. Siamo pienamente consapevoli di questo, prenderemo tutte le misure necessarie”.

Resta aperto il capitolo alleanze, anche se non ci sono novità su una possibile integrazione con General Motors: “non ho niente da dire su Gm, il discorso sul consolidamento resta valido, nessuno ha messo in dubbio la sua logica economica”. Preoccupa invece la questione Grecia: “Non sarà comunque una bella fine sia che vinca il sì sia che vinca il no. Sarebbe stato meglio prendere decisioni due anni fa piuttosto che questa agonia che sta martoriando i mercati”.

Nessuna intenzione di raccogliere l’esortazione del leader degli industriali Giorgio Squinzi a riportare Fca in Confindustria. “Lo invito a cena da me quando vuole”, si limita a dire Marchionne che sul risultato ottenuto dalla Fiom alle votazioni degli Rls (rappresentanti lavoratori della sicurezza). afferma: “non credo che avrà impatto o diminuirà l’importanza degli accordi firmati con gli altri sindacati, ma non possono richiedere un trattamento diverso rispetto alla maggioranza dei nostri dipendenti. Non ho niente contro la Fiom, se è disposta ad assumersi le sue responsabilità firmando il contratto che hanno siglato le altre organizzazioni può rientrare”.

(di Amalia Angotti/ANSA)

Ultima ora

13:33Orlando, Liberi e Uguali non sia bersaglio campagna Pd

(ANSA) - ROMA, 11 DIC - Un incontro "non era previsto, ma sicuramente non considero Rossi un avversario politico. O, come dire, non riesco ancora a considerarlo un avversario politico. Quindi, sicuramente sono interessato a capire cosa sta succedendo in quell'ambito, che credo non dovrebbe essere bersaglio della nostra campagna elettorale". Lo ha detto il ministro della Giustizia Andrea Orlando, oggi a Firenze nella sede della Regione Toscana, parlando con i giornalisti che gli chiedevano se nell'occasione avrà un colloquio 'politico' con il governatore toscano Enrico Rossi (Liberi e Uguali).

13:33Sicurezza: Milano, al via nuove misure a Palazzo Marino

(ANSA) - MILANO, 11 DIC - Al via le nuove misure di sicurezza a Palazzo Marino, sede del Comune di Milano. A partire da oggi tutte le persone che entreranno in Comune saranno controllate dai vigili della Polizia locale, che presidiano l'ingresso, con un metal detector portatile. Inoltre saranno controllate borse e bagagli e i documenti di identità. La misura era stata annunciata dal sindaco, Giuseppe Sala, dopo il blitz di CasaPound del 29 giugno scorso nell'aula del Consiglio comunale. (ANSA).

13:29Sud: Gentiloni, condizioni per investire senza precedenti

(ANSA) - ROMA, 11 DIC - "Abbiamo condizioni per investire e creare lavoro a Sud che sono di una convenienza senza precedenti". Lo ha detto il presidente del Consiglio, Paolo Gentiloni, parlando al convegno promosso da "Il Mattino", a Napoli.

13:17Maltempo: Rfi, traffico ferroviario critico nel Nord-Ovest

(ANSA) - TORINO, 11 DIC - Traffico ferroviario ancora critico in alcune regioni del Nord-Ovest a causa del maltempo. Lo rende noto Rete Ferroviaria italiana, che ha fatto scattare il piano neve e gelo. In Piemonte la circolazione è fortemente rallentata sul nodo di Torino, in direzione Genova, a causa di un guasto tra le stazioni Lingotto e Porta Nuova. Traffico sospeso sulla Torino-Savona, da San Giuseppe di Cairo, mentre le linee Genova-Milano e Genova-Torino (via Mignanego) sono sospese nel tratto tra Ronco e Arquata Scrivia. Problemi anche alla viabilità, con disagi sulle strade e forti rallentamenti sulle principali autostrade.(ANSA).

13:09Putin in Siria, incontra Assad

(ANSA) - MOSCA, 11 DIC - Il presidente russo Vladimir Putin ha visitato questa mattina la base aerea russa di Hmeimim, in Siria, dove ha incontrato il presidente siriano Bashar al Assad e il ministro della Difesa russo Serghiei Shoigu. Putin ha ordinato l'inizio del ritiro delle truppe russe dalla Siria. "Negli ultimi due anni - ha dichiarato il leader del Cremlino - le forze armate russe e l'esercito siriano hanno sconfitto il gruppo più combattivo dei terroristi internazionali. A questo proposito - ha proseguito Putin - ho preso una decisione: una parte considerevole del contingente russo schierato nella repubblica araba siriana tornerà a casa, in Russia".

13:06Avvelenati tallio:killer non chiede nessuno,nemmeno genitori

(ANSA)- MONZA, 11 DIC - Non ha chiesto di nessuno, nemmeno dei suoi genitori Mattia Del Zotto, il 27 enne di Nova Milanese (Monza), reo confesso degli omicidi dei nonni materni e di una zia e del tentato omicidio di nonni materni, due zii e badante di famiglia, tramite somministrazione di solfato di tallio. A renderlo noto è il suo avvocato, Silvia Letterio: "il mio assistito non ha chiesto di nessun parente, nemmeno dei suoi genitori" ha spiegato il legale, proseguendo: "è in cella, dove mi ha detto di aver ricevuto quanto aveva chiesto". Del Zotto, appena arrivato in carcere a Monza, aveva domandato di poter avere alcuni libri sull'ebraismo, religione a cui ha detto di essersi convertito. Al momento non sono previsti imminenti nuovi interrogatori per il 27enne il quale, come ha precisato l'avvocato "non vuole rendere noto come abbia personalmente provveduto" a mettere il tallio negli alimenti dei suoi parenti, anche perché su questo aspetto, ha concluso il legale, "sono ancora in corso indagini".

13:05Violenza donne: perseguita la moglie, arrestato dopo 30 anni

(ANSA) - TORINO, 11 DIC - Non la lasciava uscire da sola, mai, nemmeno per andare a buttare la spazzatura. Aveva un attaccamento morboso nei confronti della moglie l'uomo, un torinese di 47 anni, arrestato dai carabinieri per atti persecutori. La donna non poteva incontrare le amiche o le colleghe, né andare a fare la spesa e, accecato da una gelosia immotivata, spesso la picchiava. Un inferno durato quasi trent'anni, sino a quando, lo scorso giovedì, l'uomo è stato fermato dai carabinieri di Pozzo Strada. I militari l'hanno trovato con un coltello in tasca, sotto la scuola elementare in cui insegna la moglie. "Ti ammazzerò. Ti brucerò nell'acido", le aveva scritto nei giorni passati per timore forse di essere tradito, forse di essere lasciato. Accolta in una delle stanze create appositamente nelle caserme per accogliere e seguire le vittime delle violenze di genere, la signora ha raccontato di non aver mai denunciato perché aveva paura e non sapeva a chi rivolgersi.(ANSA).

Archivio Ultima ora