Malala, “libri, non pallottole” strategia per la pace

(ANSA) – ROMA, 6 LUG – “Voglio che i leader del mondo scelgano i libri, non le pallottole”: questo il nuovo slogan coniato da Malala Yousafzai, la ragazza pakistana sopravissuta alle pallottole dei talebani, divenuta poi attivista per i diritti delle donne e dei minori. Malala, che sta per compiere 18 anni, ricorda che secondo l’Unesco per dare un’istruzione a tutte le ragazze ci vorrebbero 39 miliardi di dollari l’anno, equivalente “a quanto si spende al mondo in armamenti in soli 8 giorni”.

Condividi: