Calcioscommesse: Procura di Cremona, processo per ct Conte e altri 103

Pubblicato il 07 luglio 2015 da redazione

CALCIOSCOMMESSE E SCUDETTO 2006, SONO I GIORNI DECISIVI

CREMONA. – L’inchiesta della Procura di Cremona sulla brutta vicenda del calcioscommesse approderà davanti a un giudice nel prossimo autunno, se lo permetteranno i tempi tecnici per le notifiche della richiesta di rinvio a giudizio, considerato l’alto numero di imputati per i quali il procuratore Roberto di Martino ha chiesto il processo: 104, allo stato, e tra questi idoli ed ex del mondo del pallone.

Su tutti il ct della Nazionale, Antonio Conte, per il quale è stata ufficializzata l’accusa che era nell’aria da qualche settimana: frode sportiva per Albinoleffe-Siena del 29 maggio del 2011 in relazione alla quale fu chiamato in causa dal suo ex giocatore Filippo Carobbio, uno dei pentiti dell’inchiesta che ha già patteggiato la pena con l’altra ‘gola profonda’, Carlo Gervasoni.

Per il ct della Nazionale, ora in vacanza alle Tremiti, e che secondo persone che gli sono vicine è “amareggiato, ma determinato ad andare avanti come ct”, cade invece l’iniziale accusa di associazione per delinquere e la contestazione relativa a una seconda partita: Novara-Siena del 30 aprile 2011, finita in parità. Sono state accolte solo in parte, quindi, le argomentazioni del difensore dell’allenatore, Leonardo Cammarata quando sosteneva che in Novara-Siena “l’unico calciatore del Siena che avrebbe potuto contribuire” alla presunta combine (Carobbio) fu tenuto dallo stesso Conte “in panchina per quasi tutta la partita, entrando in campo sul risultato di 1-2” a “obiettivo degli zingari gia’ raggiunto”.

Non è passata, invece la linea della difesa riguardo Albinoleffe-Siena. Per di Martino, Conte ha violato i principi di quell’accordo tra allenatori e Federcalcio in base al quale un tecnico deve vigilare sulla “condotta morale” dei propri calciatori e assicurarsi che rispettino i principi di lealtà, correttezza e probità”. La stessa sorte processuale di Conte spetta all’ex allenatore dell’Atalanta, ora all’Udinese, Stefano Colantuono. Anche per lui l’accusa è frode sportiva in relazione ad un Atalanta-Crotone del 22 aprile del 2011. A inguaiarlo un sms del’ex capitano della Dea, Cristiano Doni, allo scommettitore bolognese Nicola Santoni in cui Doni faceva riferimento a un “mr”, inteso come mister.

Esce di scena, con una richiesta di archiviazione, invece il ds dell’Atalanta, Gabriele Zamagna. Se per Conte e Colantuono le conseguenze penali appaiono tutto sommato limitate e la accuse in bilico con l’illecito sportivo, ben diversa è la posizione di altri big coinvolti, alcuni anche arrestati all’inizio dell’inchiesta. Per Doni, l’ex bomber della Nazionale Beppe Signori e l’ex capitano della Lazio, Stefano Mauri, rimane confermata l’accusa ben più grave di associazione per delinquere.

Doni aveva confessato di aver partecipato ad alcune combine ma solo per il bene della squadra, Signori risultò pesantemente coinvolto con gli scommettitori di Singapore. Mauri, infine, si è visto ulteriormente inguaiato dall’arrivo in Italia, nel maggio scorso, del capo degli zingari, Hristyian Ilievski. Non solo il macedone lo avrebbe incontrato a Formello in occasione di un Lazio-Genoa per un selfie ma, ha raccontato a verbale, lo zingaro gli avrebbe dato anche 70 mila euro.

Nei 104 della lista di di Martino manca l’ex calciatore Stefano Bettarini. Non perché gli sia andata bene, ma perché il pm sta rivalutando la sua posizione, dopo che sempre Ilievski lo ha caricato di maggiori responsabilità raccontando, tra l’altro, che Bettarini, ora agente immobiliare a Miami, lavorava per conto del presidente del Siena Massimo Mezzaroma: anche per il presidente toscano è stato chiesto il processo.

Una sessantina le partite di A, B e Lega pro contestate nella richiesta a fronte di 200 analizzate, parte delle quali per l’accusa non avrebbero retto al dibattimento: otto quelle risultate prescritte: tra queste Brescia-Ancona e Chievo Napoli.

(dell’inviato Stefano Rottigni/ANSA)

Ultima ora

19:58Nuoto: Europei, Sabbioni argento nei 100 dorso

(ANSA) - ROMA, 15 DIC - Argento di Simone Sabbioni nei 100 metri dorso agli Europei di nuoto in vasca corta di Copenhagen. L'azzurro con il tempo di 49"68 ha stabilito il record italiano in vasca corta, migliorando il proprio 49"96, ottenuto agli assoluti di Riccione. L'oro è andato al russo Kliment Kolesnikov (48"99), il bronzo al rumeno Robert-Andrei Glinta (49"99).

19:47Banche: Zoggia, chiediamo audizione Boschi in Commissione

(ANSA) - ROMA, 15 DIC - "Il calendario delle audizioni alla Commissione parlamentare d'inchiesta sulle banche è chiuso, come deciso alcuni giorni fa. Tuttavia, se il presidente Casini decidesse di riaprirlo, pare evidente e urgente la necessità di ascoltare la Sottosegretaria Boschi. Se il presidente valuterà l'opzione, noi formalizzeremo subito la richiesta di audire Boschi". Lo dichiara il deputato Davide Zoggia (Mdp-LeU), membro della commissione parlamentare d'inchiesta sulle banche.

19:46Mafia:sciolto comune Lamezia, ‘illecita acquisizione voti’

(ANSA) - CATANZARO, 15 DIC - "Fonti tecniche di prova hanno attestato come la campagna elettorale per il rinnovo degli organi elettivi sia stata caratterizzata da un'illecita acquisizione dei voti che ha riguardato, direttamente o indirettamente, esponenti della maggioranza e della minoranza consiliare". E' uno dei passaggi della relazione al Presidente della Repubblica fatta dal ministro dell'Interno Marco Minniti che ha portato allo scioglimento del Consiglio comunale di Lamezia Terme, terza città calabrese con i suoi 70 mila abitanti, decretato il 22 novembre scorso. Minniti afferma che la relazione del Prefetto alla luce dell'accesso antimafia effettua un "raffronto tra le risultanze dell'accesso attuale e quelle che diedero luogo agli scioglimenti nel 1991 e nel 2002 rinvenendo, in assoluta continuità, la persistenza delle medesime dinamiche collusive e dell'operatività degli stessi personaggi di spicco delle organizzazioni criminali dominanti". L'accesso era stato disposto dal Prefetto di Catanzaro nel giugno 2017.

19:41Milan: Uefa respinge Voluntary Agreement

(ANSA) - MILANO, 15 DIC - La Uefa ha respinto la richiesta di Voluntary Agreement del Milan. Lo annuncia la stessa Uefa con un comunicato pubblicato sul proprio sito. ''Il consiglio - si legge - ha deciso di non approvare la richiesta del club perché ci sono ancora delle incertezze in relazione al rifinanziamento del debito in scadenza nell'ottobre del 2018 e alle garanzie finanziarie del principale azionista''.

19:39Nuoto: 200 farfalla donne, argento a Ilaria Bianchi

(ANSA) - ROMA, 15 DIC - Ilaria Bianchi ha vinto l'argento nella finale dei 200 metri farfalla agli Europei di nuoto in vasca corta di Copenhagen, con il tempo di 2'04"22, record italiano. L'oro è andato alla tedesca Franziska Hentke (2'03"92), il bronzo alla francese Lara Grangeon (2'04"31).

19:35Nuoto: Europei, bronzo Panziera nei 200 dorso donne

(ANSA) - ROMA, 15 DIC - Margherita Panziera ha vinto il bronzo nella finale dei 200 metri dorso, agli Europei di nuoto in vasca corta di Copenhagen. La 22enne di Montebelluna - allenata a Roma da Gianluca Belfiore - con il tempo di 2'02"43 è stata preceduta dal'ungherese Katinka Hosszu (2'01"59) e dall'ucraina Daryna Zevina (2'02"27). Panziera ha migliorato il primato italiano che lei stessa aveva stabilito a Riccione due settimane fa in 2'03"15.

19:33Corea Nord: Guterres offre buoni uffici soluzione pacifica

(ANSA) - NEW YORK, 15 DIC - Il Segretario Generale dell'Onu Antonio Guterres ha offerto i suoi "buoni uffici" per evitare che l'"allarmante" programma nucleare della Corea del Nord finisca accidentalmente per provocare un conflitto dalle conseguenze devastanti. Parlando in Consiglio di Sicurezza, Guterres ha detto che l'Onu mette a disposizione i suoi assett strategici in tre aree chiave: imparzialità, valori e principi per soluzioni diplomatiche pacifiche e canali di comunicazione con tutte le parti: "Le Nazioni Unite sono un luogo dove tutte le sei parti sono rappresentate e possono interagire per ridurre le differenze e promuovere misure di costruzione di fiducia reciproca".

Archivio Ultima ora