Srebrenica: Vucic, “mano della riconciliazione rimane tesa”

(ANSA) – BELGRADO, 11 LUG – Il premier serbo Aleksandar Vucic, bersagliato oggi da una sassaiola alla cerimonia di commemorazione a Srebrenica, ha detto che “la mano della riconciliazione rimane tesa” verso i bosniaci. Vucic ha anche esortato i serbi a continuare a trattare i vicini Bosniaci come amici. Visibilmente sotto shock, Vucic ha detto che si è trattato di un attacco organizzato e ben preparato e che dietro non ci sono le famiglie delle vittime innocenti di Srebrenica.

Condividi: