Usa 2016: Hillary, “alzare i salari, questa la mia missione”

Pubblicato il 13 luglio 2015 da redazione

Clinton Global Citizen Awards at 2014 Clinton Global Initiative

NEW YORK. – “Alzare i salari dei lavoratori americani: questa la mia missione”. E “basta con la vergogna delle donne pagate meno degli uomini”. Una Hillary Clinton cosi’ “a sinistra”, cosi’ “progressista” non si era mai vista. Compresa la promessa di rendere piu’ dura la riforma di Wall Street, annunciando tolleranza zero contro gli abusi e i rischi dell’industria finanziaria.

Nel presentare a New York l’agenda economica della sua campagna elettorale appare chiara l’esigenza della aspirante presidente degli Stati Uniti di venire incontro all’ala piu’ progressista del partito democratico, quella che ancora oggi non vede di buon occhio la sua candidatura. Ma c’e’ anche la conferma che Hillary ha scelto come interlocutore privilegiato quei milioni di famiglie americane che ancora oggi lottano con le devastanti conseguenze della crisi.

Con una ripresa che stenta a trasmettersi in buste paga piu’ pesanti e condizioni di vita migliori. Tranne che – sottolinea la Clinton, accusata dai detrattori di demagogia – per i Ceo delle grandi societa’ o per i manager di hedge fund. Il nocciolo del suo manifesto e’ tutto qui: il futuro dell’America si costruisce investendo sulle famiglie e facendo pagare un po’ di piu’ ai super ricchi. I cui interessi – denuncia l’ex first lady – sono invece al centro della campagna dei suoi avversari repubblicani: da Jeb Bush a Marco Rubio.

E proprio al suo più probabile sfidante nel rush finale per la Casa Bianca, lancia una stoccata ironica: “Bush ha detto che gli americani devono lavorare di piu’. Ma ha mai incontrato un lavoratore? Non deve averne incontrati molti…”. Per la prima volta Hillary presenta un programma dettagliato delle misure che intende prendere in campo economico e sociale una volta eletta presidente: il diritto universale alla scuola materna, l’estensione dell’assistenza all’infanzia, il riconoscimento della malattia e dei congedi parentali retribuiti, sgravi per gli studenti universitari, l’innalzamento del salario minimo.

E ancora: la condivisione con i dipendenti dei profitti delle imprese, protezione legale per gli immigrati irregolari, piu’ risorse per la ricerca medica. Una ricetta che di certo comportera’ un aumento della spesa, che pero’ verra’ compensato con una riforma fiscale piu’ equilibrata tra le varie fasce di reddito, riesumando anche la tassazione sui capital gain. “Nessuno deve essere lasciato indietro.

I lavoratori – spiega – sono un asset, e investire sui loro salari paga. Investire su salari piu’ alti e formazione formazione paga, anche in termini di crescita economica”. Poi la questione femminile, quella del rapporto tra donne e occupazione. Un cavallo di battaglia obbligato per chi aspira a diventare la prima presidente donna (e nonna, ricorda lei stessa) degli Stati Uniti. “Bisogna abbattere tutte quelle barriere che frenano il loro ingresso nel mondo del lavoro e frenano la loro permanenza nel mondo del lavoro”, afferma la Clinton, giudicando vergognosa la differenza di trattamento economico con gli uomini a parità di mansioni o di carriera.

Questa per Hillary la strada per costruire l’America del futuro. Perche’ lei – assicura – non guarda al passato, a Bill Clinton o a Barack Obama. “Oggi non e’ più il 1993 o il 2009. Servono nuove strade”.

(di Ugo Caltagirone/ANSA)

Ultima ora

15:48Calcio: Mondiale Club, Fifa, Real? Var giusta

(ANSA) - ROMA, 14 DIC - La Fifa non condivide le critiche del Real Madrid sulla Var entrata in azione due volte nel match vinto dai blancos 2-1 contro l'Al Jazira nella semifinale del Mondiale per club giocata ieri. La prima per annullare un gol a Benzema nel primo tempo, la seconda sulla possibile rete del 2-0 per la formazione araba non convalidata per un leggero fuorigioco. Una protesta quella delle merengues che - come riporta il quotidiano spagnolo As - il massimo organo del calcio mondiale "non condivide né capisce, perché pensa che nei due episodi siano state prese le decisioni giuste".

15:31Calcio: Donnarumma, tifosi Milan contro Raiola

(ANSA) - MILANO, 14 DIC - Da San Siro ai social network, monta la contestazione dei tifosi contro Gianluigi Donnarumma per aver messo in discussione il rinnovo con il Milan firmato a luglio per presunte pressioni psicologiche. Secondo chi lo ha visto allenarsi in mattinata a Milanello, l'umore del portiere è piuttosto negativo, in linea con quanto è apparso ieri durante la partita contro il Verona, quando ha reagito ai fischi e agli insulti scuotendo la testa sconsolato, fin quasi alle lacrime. Dopo la partita il ds rossonero Massimiliano Mirabelli ha criticato ("Sappiamo da dove viene il male") l'agente del portiere, Mino Raiola, senza mai nominarlo, e c'è lo stesso obiettivo nel mirino dei tifosi, che sui social network stanno rilanciando l'hasthag #gigiomollalo, esortando il calciatore a prendere posizione e scaricare il procuratore.

15:09Migranti:sbarcati in 41 in porto Crotone, erano su veliero

(ANSA) - CROTONE, 14 DIC - Quarantuno migranti sono sbarcati stamani al porto di Crotone a bordo di una motovedetta della Guardia di Finanza che li ha intercettati ad un miglio al largo di Capo Colonna. I migranti, tutti irakeni, viaggiavano a bordo di un veliero. Sono in corso, nel porto di Crotone, le operazioni di accoglienza dei profughi come previsto dal sistema coordinato dalla Prefettura che prevede anche delle visite mediche e tutti gli accertamenti relativi alla loro provenienza. I migranti verranno ospitati nel Centro di accoglienza di Sant'Anna di Isola Capo Rizzuto.(ANSA).

15:02Calcio: Torino, Petrachi ds per altri due anni

(ANSA) - TORINO, 14 DIC - Gianluca Petrachi sarà il direttore sportivo del Torino per altri due anni, fino al 2020. Il club granata, sul proprio sito, ha infatti annunciato di avere prolungato il rapporto con il dirigente. "Dopo otto anni di proficua collaborazione - si legge - ed un importante lavoro svolto insieme, il presidente Urbano Cairo comunica di aver rinnovato il contratto" del direttore sportivo. L'accordo mette fine alle voci sull'addio di Petrachi, che ha molti estimatori, anche all'estero.

14:53Calcio: Serie A, Verona-Milan a Orsato

(ANSA) - ROMA, 14 DIC - Queste le altre designazioni per le partite della 17/a giornata di serie A in programma domenica 17 dicembre alle ore 15. Benevento-Spal (ore 18): Pasqua; Crotone-Chievo: Pairetto; Fiorentina-Genoa: Calvarese; Verona-Milan (ore 12.30): Orsato; Sampdoria-Sassuolo: Gavillucci.

14:52Schiaffi e maltrattamenti bimbi,sospese maestre

(ANSA) - SAN GIORGIO ALBANESE (COSENZA), 14 DIC - Schiaffi, pizzicotti e tirate d'orecchie ai bambini, una decina in tutto, dell'unica classe della scuola d'infanzia di San Giorgio Albanese nel cosentino. E' l'accusa rivolta a due insegnanti alle quali i carabinieri della Compagnia di Corigliano Calabro hanno notificato una misura interdittiva della sospensione per sette mesi. I provvedimenti sono stati disposti dal gip dell Tribunale di Castrovillari su richiesta della Procura della Repubblica. L'indagine condotta dai carabinieri e coordinata dal procuratore di Castrovillari Eugenio Facciolla e dal sostituto Valentina Draetta, è stata avviata a seguito di una denuncia presentata da alcuni genitori. Gli accertamenti effettuati dai militari hanno permesso, in poco tempo, di documentare, con servizi di osservazione e di video riprese all'interno degli spazi didattici, una serie di maltrattamenti posti in essere dalle due insegnanti nei confronti dei bambini in un arco temporale di appena quindici giorni. (ANSA).

14:44Calcio: serie A, Inter-Udinese a Mariani

(ANSA) - ROMA, 14 DIC - Sarà Mariani ad arbitrare l'anticipo della 17/a giornata di serie A tra Inter e Udinese, in programma sabato 16 dicembre alle 15. Torino-Napoli (sabato alle 18) sarà diretto da Mazzoleni e Roma-Cagliari (sabato alle 20.45) da Damato. Per Bologna-Juventus (domenica alle 15) designato Banti. Il posticipo delle 20.45 tra Atalanta e Lazio è stato affidato a Irrati.

Archivio Ultima ora