Tsipras ai ribelli di Syriza, votate il piano o lascio

Pubblicato il 15 luglio 2015 da redazione

++ Grecia: scontri ad Atene, molotov e lacrimogeni ++

ATENE. – La rabbia degli estremisti scoppia alle 21.10 e prova a cambiare con la violenza la storia della Grecia. Una bomba carta esplode in piazza Syntagma e spezza l’equilibrio di una manifestazione fino a quel momento pacifica. Gli anarchici e i black bloc tirano anche bombe molotov. Nella piazza simbolo della democrazia greca arrivano con i caschi, le maschere antigas, le maglie nere mentre il popolo dell’ Oxi fatto giovani, impiegati, mamme, zie, adolescenti, ma anche bambini, da due ore grida e distribuisce volantini perché non vuole che Alexis Tsipras ceda al “ricatto” della Germania e dell’Eurosummit. Dopo la prima esplosione, volano i lacrimogeni della polizia e la piazza si svuota. Cordoni di poliziotti si schierano.

E’ il culmine di una giornata fino a quel momento di controllata tensione. In cui il premier greco, il primo leader di un governo di estrema sinistra nella storia della Ue, lotta per rispettare l’impegno preso all’alba di lunedì scorso a Bruxelles e lancia un vero e proprio aut aut ai ribelli di Syriza: votate il piano o me ne vado.

Tsipras deve far passare in Parlamento entro la mezzanotte di oggi una ‘lenzuolata’ con le prime riforme richieste: riforma dell’Iva, indipendenza dell’ufficio di statistica, ‘Fiscal Council’ ed eliminazione delle baby pensioni. E mentre a Bruxelles si continua a lavorare per il prestito ponte che potrebbe permettere di far riaprire le banche, Tsipras può contare sull’appoggio degli ex oppositori: Nea Demokratia e Pasok che hanno governato la Grecia per 40 anni e l’hanno ridotta in queste condizioni, più i centristi di To Potami. Sono quelli che gli danno i numeri per far passare il testo, teoricamente. Perché il ‘no’ interno continua a crescere.

La rivolta la guidano il mediatico ex ministro delle Finanze Yanis Varoufakis, che martella in rete e in tv, il ministro dell’Energia Lafazanis che parla da tre giorni di “umiliazione”, la presidente del Parlamento Zoe Konstantopoulou che annuncia ostruzionismo. La prova generale dei numeri arriva con il voto, per alzata di mano, nella riunione congiunta delle quattro commissioni competenti (finanze, affari sociali, pubblica amministrazione, produzuone e commercio): larga maggioranza per il sì.

Ma il governo perde pezzi: si dimette quella che era la vice ministro di Varoufakis, Nantia Valavani. Nella direzione del partito Tsipras va addirittura sotto. Ma i numeri in aula sembrano ancora dargli ragione. E la Konstatopoulou fa partire l’ostruzionsimo. Tsipras avrebbe voluto far cominciare la plenaria nel primo pomeriggio, al più tardi per le 19. Prima insomma che si radunasse la manifestazione finale di una giornata punteggiata da cortei, dalla serrata delle farmacie e dallo sciopero dei dipendenti pubblici (quelli più colpiti, ma anche quelli che fino al 2010 arrivavano a prendere 2mila euro al mese per un posto da donna delle pulizie al ministero delle Finanze).

Invece ritardo dopo ritardo si arriva alle 21 e la clessidra continua a svuotarsi, come la piazza sventrata dalla violenza degli estremisti. Che dura poco, perché la polizia ha l’ordine di non essere brutale. Tsipras in televisione lo aveva detto ai greci: ho fatto il meglio possibile. Poi lo ripete ai suoi deputati, nell’ultimo confronto. “Ho esaurito tutte le capacità negoziali”. Se sapete fare di meglio, provateci voi: il messaggio è diretto anche a Varoufakis, che lo ha accusato di aver ceduto.

Poi l’ultimo rilancio: “O stasera siamo uniti, o domani cade il governo di sinistra”.

(dell’inviato Marco Galdi/ANSA)

Ultima ora

12:21Pedopornografia: 53% bambini abusati ha 10 anni

(ANSA) - ROMA, 11 DIC - Il 53% dei bambini abusati e sfruttati per produrre sul web contenuti pedopornografici ha 10 anni o meno. A segnalare il dato "sconcertante, ma allo stesso tempo inferiore al 69% del 2015" è l'Unicef nel suo rapporto sulla "Condizione dell'infanzia nel mondo 2017: figli dell'era digitale". E' in aumento il numero di immagini di bambini dagli 11 ai 15 anni : dal 30% nel 2015 al 45% nel 2016. E 9 Url con contenuti pedopornografici su 10 identificati a livello mondiale sono localizzati in 5 paesi: Canada, Francia, Olanda, Russia e Usa.

12:20Arabia Saudita: riaprono i cinema, dopo 35 anni

(ANSA) - RIAD, 11 DIC - L'Arabia Saudita riaprirà i cinema dal prossimo anno, dopo oltre 35 anni. Lo hanno reso noto le autorità del regno. Secondo quanto è stato reso noto, oggi è stata approvata una risoluzione che spiana la strada alla concessione di licenze per i cinema commerciali. I cinema nel regno saudita vennero chiusi negli anni Ottanta, in seguito ad una svolta di carattere ultraconservatore che ora il principe ereditario Mohammed bin Salman sembra intenzionato ad invertire, con una serie di riforme che prevedono significative aperture sociali. Tra cui la revoca, dal prossimo anno, del divieto alle donne di guidare le automobili. Secondo fonti governative, i primi cinema saranno aperti prevedibilmente dal marzo del prossimo anno.

12:17Calcio: rissa dopo derby Manchester, colpito anche Mourinho

(ANSA) - LONDRA, 11 DIC - Finale di derby burrascoso all'Old Trafford, ieri, dopo la vittoria del City sullo United: a farne le spese Mourinho, innaffiato di latte e colpito alla testa da una bottiglia d'acqua. La maxi-rissa, che ha coinvolto almeno 20 persone tra giocatori e tecnici delle due squadre, è iniziata quando Mourinho è entrato nello spogliatoio del City per chiedere di abbassare la musica dei festeggiamenti. Un modo per dimostrare "maggiore rispetto" verso la 'sua' squadra. Il portoghese è stato subito affrontato dal portiere dei Citizens, Ederson, con il quale è scoppiato un acceso confronto, degenerato nel giro di qualche secondo, quando Mourinho è stato raggiunto da alcuni 'suoi' giocatori. Ne è nata una maxi-rissa. Secondo i media nel parapiglia Mourinho è stato colpito da una battaglia (vuota) d'acqua, e bagnato con schizzi d'acqua e latte. Tra i Citizens, Mikel Arteta, assistente di Guardiola, ha subito le conseguenze peggiori: per lui una ferita alla testa che ha richiesto l'intervento dei sanitari.

12:11Calcio: Borussia Dortmund, via Bosz e al suo posto Stoeger

(ANSA) - ROMA, 11 DIC - La sconfitta subita in casa sabato scorso, nella 15/a giornata della Bundesliga (per 2-1 contro il Werder Brema), sommata all'ottavo posto in classifica (-13 punti dal Bayern Monaco capolista), è stata fatale a Peter Bosz. L'allenatore olandese, infatti, non è più alla guida del Borussia Dortmund, che ha chiamato l'austriaco Peter Stoeger, ex tecnico di Austria Vienna e Colonia. I gialloneri, che sono stati anche eliminati dalla Champions, non vincono dal 30 settembre scorso (2-1 in trasferta all'Augusta) e sono sprofondati in una profonda crisi. Bosz era arrivato in estate per sostituire in panchina Thomas Tuchel. La notizia del cambio di guida tecnica è stata ufficializzata sull'account ufficiale Twitter del club tedesco.

12:06Travolge passanti con auto: Procura, accusa è strage

(ANSA) - MILANO, 11 DIC - Michele Bordoni, il 27enne che sabato scorso in auto ha travolto e ferito alcuni visitatori del mercatino di Natale a Sondrio, è accusato di strage. Con questa ipotesi a cui si aggiungono resistenza e lesioni aggravate nei confronti di un agente, il procuratore di Sondrio Claudio Gittardi e il pm Stefano Latorre, chiederanno al gip la convalida dell'arresto del giovane e il carcere. L'ipotesi di strage è stata riformulata dopo la ricostruzione dell'accaduto da cui è emerso che il giovane avrebbe voluto uccidere "indifferentemente una pluralità di persone". "Ne dovevo ammazzare di più" sono infatti le parole che Michele Bordoni ha pronunciato sabato al momento del suo arresto.

11:51Maltempo:disagi circolazione e treni soppressi in V. d’Aosta

(ANSA) - AOSTA, 11 DIC - La forte nevicata delle ultime 24 ore ha concesso una tregua in Valle d'Aosta, dove tuttavia si registrano alcuni disagi alla circolazione. I treni della mattina sulla linea Aosta-Ivrea sono stati soppressi. Una slavina ha invaso la strada statale 26 a La Saxe (Courmayeur): nessuna auto è stata coinvolta, ma la circolazione è interrotta su quel tratto. La stessa strada statale 26 è chiusa nella parte che porta a La Thuile (località Balme) per la caduta di due piante. Stop alla circolazione per pericolo valanghe anche su alcune arterie regionali: a Rhemes-Saint-Georges, a Valsavarenche (tra Tsan d'Oula a Pont) e a Courmayeur (Val Ferret e Val Veny). Criticità anche ad Aosta sia agli accessi della città che nelle vie centrali ancora innevate.(ANSA).

11:47Maltempo: Veneto, in pianura piove,nevica ancora in montagna

(ANSA) - VENEZIA, 11 DIC - Dopo la nevicata di ieri che ha raggiunto anche le località di pianura, oggi in Veneto l'innalzarsi delle temperature ha portato la pioggia nelle principali città, mentre in montagna nelle ultime ore si è consolidato con nuove imbiancate il manto di neve fresca. Tra sabato e stamane si sono accumulati, secondo le rilevazioni dell'Arpav, 22 centimetri di neve a Malga Losch, a 1.735 metri di quota nelle Dolomiti meridionali, 9 a Cortina, 8 a Sappada, 12 ad Arabba e 16 ad Agordo. Immagine tipicamente invernale anche per l'Altopiano di Asiago, imbiancata da 17 centimetri di neve fresca, ed Enego (20).

Archivio Ultima ora