Carabiniere arrestato davanti gip ripete, è stato incidente

(ANSA) – PERUGIA, 16 LUG – Ha ribadito la tesi dell’ accidentalità il carabiniere Emanuele Armeni arrestato per l’omicidio del collega Emanuele Lucentini, sentito oggi dal gip per l’interrogatorio di garanzia. “Armeni è sconvolto per la morte del suo collega e continua a proclamarsi innocente” ha detto il suo difensore, l’avv. Marco Zaccaria. Nessun movente viene ipotizzato per l’omicidio del carabiniere, ha spiegato. Il legale ha chiesto la scarcerazione del suo assistito e il gip si è riservato di decidere.

Condividi: