Grecia: Tsipras non lascia e punta a un rimpasto di governo

Pubblicato il 16 luglio 2015 da redazione

Debate in the Greek Parliament on a preliminary agreement with creditors

ATENE. – Nonostante le molotov e le pietre lanciate dal black bloc e dagli anarchici di Exarchia, rafforzati da almeno 14 ‘stranieri’ (tra cui un italiano) arrestati dalla polizia, Alexis Tsipras resta in sella, prepara il rimpasto di governo e vince la sfida che gli avevano lanciato la Germania e l’Europa. Non credevano che sarebbe mai riuscito a far approvare le prime riforme. Invece i 300 deputati del Parlamento gli hanno detto 229 volte sì, 64 no, 6 astenuti e 1 assente.

Che dall’ala “neo comunista-stalinista” di Syriza siano arrivati 32 ‘no’ (con quelli del ministro dell’energia Lafazanis, dei vice delle finanze Valavani e della difesa Isychos, più quelli della presidente della Camera Zoe Konstantopoulou e dell’ex ministro Varoufakis) più 6 astensioni e un’ assenza, è politicamente rilevante. Può preoccupare per la messa in atto del lungo percorso di riforme, appena cominciato. Ma intanto il suo governo ha dimostrato all’Europa di fare sul serio. Tanto che i regimi Iva cambieranno già da lunedì.

Ed oggi, vista da Atene la spaccatura di Syriza sembra un’ ammaccatura vista la raffica di notizie che arrivano dall’Europa: Bce che aumenta il livello dell’Ela permettendo la riapertura delle banche da lunedì prossimo, Eurogruppo che approva il piano di aiuti triennali, Fmi e Draghi che ‘sponsorizzano’ la ristrutturazione del debito, Jean Claude Juncker che assicura il prestito-ponte almeno fino a metà agosto. Persino il parlamento finlandese che approva la trattativa per il terzo piano di salvataggio.

In un sondaggio riservato, la Syriza fedele a Tsipras viaggia attorno al 40%, nonostante la rabbia del popolo dell’OXI. Certo, in Grecia il consenso fa presto a svaporare. Ma intanto il ministro dell’Interno anticipa che ci potrebbero essere elezioni anticipate in autunno. Potrebbe essere il modo per fare pulizia in un partito come Syriza dalle troppe anime diverse. Per il portavoce del premier l’attenzione è tutta per la realizzazione del piano di riforme. In realtà Tsipras riunisce il ‘Comitato Centrale’ nella sede del partito per lavorare da subito sul rimpasto.

A inizio giornata veniva dato per possibile un annuncio già in giornata. Certamente ci sarà “entro pochissimi giorni”. Lo ‘junior partner’ Anel del ministro della Difesa Kammenos, è rimasto fedele. I filo-europeisti Nea Demokratia, Pasok e To Potami, hanno confermato che daranno l’appoggio esterno. Secondo fonti governative, Tsipras sta pensando all’ingresso di alcuni tecnocrati di area Syriza.

La Cdu-Csu tedesca, che già a febbraio scorso per bocca di uno dei suoi massimi dirigenti aveva promesso che “non daremo mai il via libera agli aiuti se Tsipras non si rimangerà pubblicamente le promesse fatte, perché non possiamo permetterci che i governi popolari che hanno rispettato i patti vengano spazzati via da Podemos in Spagna o dal Sinn Fein in Irlanda”, oggi è spiazzata da Tsipras. Persino l’incontentabile Wolfgang Schaeuble deve concedere che il sì del Parlamento greco è stato “un passo importante”.

Un passo arrivato dopo che la notte scorsa, Tsipras ha ribadito che continuerà sulla linea della riforma totale della società greca. “Il vecchio establishment è finito”, ha garantito. E nella polemica con i democristiani di Nea Demokratia, che gli rimproveravano di aver voluto un piano peggiore del loro, ha lanciato la sfida: io ho avuto un piano di investimenti, le riforme andavano fatte comunque e la ristrutturazione del debito ci sarà dopo la prima valutazione del terzo programma, “anche Angela Merkel lo ha promesso”.

(dell’inviato Marco Galdi/ANSA)

Ultima ora

20:53Calcio: Mertens, nessuno può vincerle tutte

(ANSA) - NAPOLI, 14 DIC - "Non siamo stanchi, le partite sono tante e non le puoi vincere tutte. Non ho mai visto una squadra che non abbia avuto un momento difficile in campionato. Noi siamo sempre lì e vedremo chi sarà avanti alla fine". Lo ha detto Dries Mertens in un'intervista a Canale 21 che andrà in onda stasera alle 20.35. L'attaccante belga ha difeso l'operato di Maurizio Sarri: "Senza di lui non saremmo dove siamo adesso. Ha molte responsabilità, fa le sue scelte, ha cambiato il Napoli e da quando allena questa squadra ha fatto diventare forti giocatori normali".

20:45Nuoto: Europei, Quadarella bronzo negli 800 stile libero

(ANSA) - ROMA, 14 DIC - L'azzurra Simona Quadarella ha vinto la medaglia di bronzo negli 800 metri stile libero agli Europei di nuoto in vasca corta in corso a Copenaghen, con il tempo di 8'16"53, suo primato personale. L'oro è andato alla tedesca Sarah Koehler (8'10"65), il bronzo all'ungherese Boglarka Kapas (8'11"13). "Non pensavo di riuscire a prendere la medaglia quindi sono molto contenta del podio" ha commentato l'atleta romana, che lunedì compirà 19 anni.

20:33Calcio: Donnarumma “Io sono un tifoso del Milan”

(ANSA) - MILANO, 14 DIC - Poche parole ma tante foto e autografi. Se Gattuso dopo la contestazione di ieri sera aveva chiesto ai tifosi di proteggere Gianluigi Donnarumma, i ragazzi del vivaio del Milan, durante la festa di Natale, hanno seguito alla lettera le richieste del mister, coccolando il portiere con tanti applausi e un vero bagno di folla. Donnarumma si è dimostrato molto disponibile, ha salutato tutti i ragazzi sempre con il sorriso e dal palco ha ribadito un concetto: ''Sono un tifoso del Milan''. Ha fatto a tutti gli auguri di ''buon Natale'', ha ammesso di ''sognare un gol come quello fatto da Brignoli'', sottolineando quanto un gol del portiere arrivi solo in situazione di svantaggio, e ha ricordato che il suo idolo sia sempre stato Abbiati.

20:31Nuoto: Europei, Rivolta-Codia, doppietta 100 farfalla

(ANSA) - ROMA, 14 DIC - 14 DIC - Matteo Rivolta ha vinto la medaglia d'oro nei 100 farfalla all'Europeo di nuoto in vasca corta in corso a Copenaghen con il tempo di 49"93. La doppietta azzurra è stata completata dall'argento di Piero Codia (49"96). Terzo posto e medaglia di bronzo per il tedesco Marius Kusch (50"01).

20:29Consip: difetto iter, nulla sospensione di Scafarto e Sessa

(ANSA) - ROMA, 14 DIC - Per un difetto di procedura, il mancato interrogatorio degli indagati prima dell'emissione del provvedimento della loro sospensione dalle funzioni, il gip di Roma Gaspare Sturzo ha annullato l'interdizione disposta nei confronti del maggiore dei carabinieri Gian Paolo Scafarto e del colonnello Alessandro Sessa, entrambi coinvolti nell'inchiesta della procura sul caso Consip. La misura dell'interdizione sarà quindi ripristinata la settimana prossima subito dopo l'interrogatorio dei due ufficiali dell'Arma.

20:26Ex calciatore scomparso: trovato ucciso dopo un mese

(ANSA) - MILANO, 14 DIC - E' stato trovato ucciso Andrea La Rosa, l'ex calciatore di serie C, poi direttore sportivo del Brugherio calcio, scomparso il 14 novembre scorso. I carabinieri avevano aperto un'inchiesta che ipotizzava l'omicidio dopo la denuncia di scomparsa da parte della famiglia.

20:09Tratta: Antimafia,vale 32mld, criminali la gestiscono

(ANSA) - ROMA, 14 DIC - 'Vale' 32 miliardi e sono oltre 30 mila le vittime della tratta nei 28 stati membri dell'Ue: un fenomeno che risulta essere in preoccupante crescita. Del tema si occupa una Relazione di oltre 60 pagine, approvata oggi all'unanimità, messa a punto dal Comitato "mafie, migranti e tratta di esseri umani, nuove forme di schiavitù" della Commissione parlamentare antimafia, guidato da Fabiana Dadone (M5S). Sono quasi sempre organizzazioni criminali transnazionali a gestire tutte le fasi della trasmigrazione delle persone che soprattutto dall'Africa, dalla Cina, dal sud America e dall'Est Europa partono per l'Italia e per il Nord Europa, e che operano "come vere realtà imprenditoriali volte a definire e gestire ogni aspetto della migrazione". Il viaggio dei migranti è "una vera e propria epopea che si sviluppa per tappe e si protrae per alcuni mesi, in cui i trasportati, sempre più frequentemente, vengono a trovarsi a vivere in condizioni disumane, stoccati come merce, sottoposti a vessazioni e violenze".

Archivio Ultima ora