Gioielliere ucciso: feretro accolto da lacrime silenziose

(ANSA) – ROMA, 20 LUG – Lacrime silenziose hanno accolto il feretro di Giancarlo Nocchia, il gioielliere ucciso nel quartiere Prati a Roma. Nella Chiesa di San Gioacchino, in piazza dei Quiriti c’erano la moglie Piera, il figlio Gianluca e i fratelli Paolo e Rita oltre ai tanti amici e abitanti del quartiere. Sul feretro, una rosa rossa e il gagliardetto della Roma, la squadra di Giancarlo. Presenti anche il generale Angelo Agovino, comandante regionale dei carabinieri del Lazio e rappresentanti delle forze dell’ordine.

Condividi: