Tabaccaia uccisa: indagini avanti, forse conosceva assassino

(ANSA) – ASTI, 21 LUG – Conosceva il suo assassino Maria Luisa Fassi, la donna di 53 anni uccisa nella sua tabaccheria di Asti. E’ questa l’ultima ipotesi su cui lavorano i carabinieri del Comando provinciale di Asti, coordinati dalla locale Procura. Le indagini sul delitto proseguono senza sosta e, al momento, non escludono nessuna ipotesi. Neppure quella, appunto, che la donna conoscesse la persona che lo scorso 4 luglio è entrato nella sua tabaccheria e l’ha accoltellata a morte. Il movente resta però un giallo.(ANSA).

Condividi: