Russia: legale, regista ucraino torturato

(ANSA) – MOSCA, 21 LUG – Il regista ucraino Oleg Sentsov, accusato di organizzare “atti di terrorismo” in Crimea, denuncia di essere stato torturato dagli agenti dei servizi di sicurezza russi. Lo fa sapere il suo legale, Dmitri Dinze, nel processo in corso a Rostov sul Don. Il regista, che rischia fino a 20 anni ed è stato arrestato in Crimea l’11 maggio 2014, si è dichiarato innocente. Registi del calibro di Pedro Almodovar e Nikita Mikhalkov, considerato vicino al Cremlino, gli hanno espresso solidarietà.

Condividi: