Pm: ‘Arrestati volevano colpire la base di Ghedi’

(ANSA) – MILANO, 22 LUG – I due presunti terroristi arrestati oggi parlavano di colpire la base militare di Ghedi, nel Bresciano, e di altri obiettivi in Italia. Lo ha detto il procuratore aggiunto di Milano Maurizio Romanelli. I due pensavano di addestrarsi militarmente “in territorio siriano” e avevano scaricato dalla rete un manuale per i ‘mujahidin occidentali’. Il tunisino e il pakistano avevano i documenti in regola e vivevano in Italia da anni, in particolare nel Bresciano, a Manerbio.

Condividi: