Birmania: 153 cinesi condannati all’ergastolo

(ANSA) – BANGKOK, 23 LUG – Un tribunale nel nord della Birmania ha condannato ieri all’ergastolo 153 cittadini cinesi per disboscamento illegale nel nord del Paese, un caso che rischia di complicare i rapporti diplomatici già tesi con Pechino. Lo riporta il sito di informazione Irrawaddy. Secondo i media statali birmani, quando furono arrestati erano stati sequestrati 400 veicoli e 1.600 tronchi. Il disboscamento illegale e lo sfruttamento delle risorse nazionali a favore della Cina è un tema caldo nel paese.

Condividi: