Troppo caldo,dal ghiacciaio in fusione affiorano resti umani

(ANSA) – LANZADA (SONDRIO), 23 LUG – Dal ghiacciaio in fusione per il caldo sono emersi resti umani, segnalati nei giorni scorsi da un alpinista nel territorio comunale di Lanzada (Sondrio). Oggi i Vigili del fuoco e la Gdf hanno provveduto al recupero dei resti di un corpo umano, a quota 3100 metri. Le spoglie forse sono appartenenti a un alpinista morto diversi anni fa sulle montagne della Val Malenco, ma non è nemmeno escluso che si tratti di un soldato della prima guerra mondiale.

Condividi: