Nel 2014 crescono del 3,6% gli italiani residenti all’estero

Pubblicato il 29 luglio 2015 da redazione

Vivere-estero-cosa-significa-per-italiani

ROMA – Dall’Annuario Statistico della Farnesina 2015 emergono interessanti dati sugli italiani all’estero. Nella pubblicazione si evidenzia come nel 2014 crescano del 3,6% gli italiani residenti nel mondo, superando la soglia dei 5 milioni (5.003.908 registrati nelle anagrafi consolari).

In questo contesto rimane invariata, rispetto al 2013 la classifica numerica della maggiori comunità italiane all’estero. Al primo posto troviamo la collettività residente in Argentina (868.265) che viene seguita dalle comunità italiane in Germania (721.604), Svizzera (594.899, Brasile (431.847), Francia (382.832) e Belgio (268.807). Gli aumenti più sostenuti di connazionali li troviamo in Brasile (+5,9%), nel Regno Unito (+5,7%), dove la comunità conta 248.262 unità e negli Stati Uniti (+4,9%) su una collettività di 241.109 persone.

Un ampliamento della comunità italiana all’estero, registrata nei principali Paesi di residenza, che per gli autori dell’Annuario, riflette l’emersione di trasferimenti operati in anni precedenti, una maggiore mobilità internazionale e l’esito favorevole di procedure di riconoscimento di cittadinanza avviate da tempo e concluse nel 2014.

Di pari passo con la crescita delle nostre comunità va l’aumento di alcuni servizi consolari. I passaporti, ad esempio, con 286.369 rilasci aumentano del 9,3% rispetto al 2013, come anche si registrano elevati livelli di attività notarili svolte dalla rete consolare nel 2014 (22.096 atti). In contro tendenza il rilascio delle Carte di Identità che calano del 2,7%.

Crescono inoltre gli interventi a tutela degli italiani all’estero sia di tipo emergenziale, connessi all’Unità di Crisi, sia di natura strettamente consolare, e come tali coordinati dalla direzione generale per gli Italiani all’Estero e le Politiche Migratorie. Nel 2014 sono cresciuti dell’11% gli interventi di protezione consolare (45.452, rispetto ai 40.807 del 2013), in particolare nell’ambito delle ricerche di connazionali scomparsi, mentre l’unità di crisi ha coordinato complessivamente 1.093 interventi, fra i quali spiccano 104 collegati ad attentati e 5 evacuazioni. Calano invece rispetto al 2013 del 4,1% le risorse impegnate nel 2014 per le iniziative di assistenza sociale in favore di italiani indigenti residenti all’estero.

Nell’Annuario si ricorda inoltre come nel 2014, a seguito di provvedimenti legislativi, sia diminuito, rispetto al 2013, da 124 a 111 il numero dei Comites. Dalla pubblicazione vengono forniti anche dati sui detenuti italiani all’estero. Nel 2014 erano 3.309 i connazionali prigionieri nel mondo, dei quali il 79% (2.610) in Unione Europea e 425 nelle Americhe. Per quanto riguarda i minori contesi il Maeci nel 2014 ha affrontato 192 casi, mentre le situazioni di sottrazione internazionale trattate sono state 231, con 77 nuovi casi nel 2014, dei quali 10 riferiti alla Romania, 6 al Brasile, 5 al Marocco e 5 agli Stati Uniti.

Nel 2014 sono inoltre aumentati del 4% i visti di ingresso per l’Italia. Sono stati rilasciati dalle nostre sedi all’estero 2.216.330 visti. In questo ambito rimane l’area extra-Ue quella di maggior peso (49%), seguita dal 29% dell’Asia e dal 12% di Mediterraneo e Medio oriente. La federazione russa si conferma il primo paese in assoluto per numero di visti richiesti e rilasciati (824.106), segue la Cina (391.692) , la Turchia (149.269) e l’India (86.231).

Rispetto al 2013 figurano sempre al primo posto i visti per turismo (81%), che sono aumentati nel 2014 del 9%. Si registra invece una flessione del 7% nella categoria dei visti per affari (186.452 al 31.12.2014), seguita dai visti rilasciati per motivi familiari, per studio e per lavoro subordinato, ugualmente in diminuzione. Sono invece in aumento del 6% nel 2014 sia i visti per motivi religiosi (8.965), che quelli per gara sportiva (5.317), nonché del 2% per ricerca.

Rispetto ai nostri principali partners Ue, l’Italia si conferma il secondo paese per numero di visti rilasciati dopo la Francia (2.790.654), mantenendo la posizione precedente alla Germania (2.154.741).

Ultima ora

17:52Legge stabilità: M5S attacca Lotti

(ANSA) - ROMA, 14 DIC - "In questa legge di Stabilità il ministro Lotti ha provato a inserire alcune proposte che è stato incapace di mettere nero su bianco nell'ultimo anno in cui ha fatto il ministro part time. L'ultimo tentativo è stato quello di trasformare la sua legge salva-Malagò in un emendamento fatto firmare a un deputato di Scelta Civica": così il deputato del Movimento 5 Stelle Simone Valente su Facebook. "Per fortuna - nel rispetto dei regolamenti - la Camera ha ritenuto inammissibile quella norma - aggiunge Valente - perché nulla ha a che vedere con una legge come quella di Stabilità. Proveranno a inserirla nuovamente durante l'esame in Aula, noi ci opporremo in maniera durissima a una norma fatta solo per salvare il suo amico Malagò".

17:44Torino: nuovo scontro su conti,revisori bocciano Consolidato

(ANSA) - TORINO, 14 DIC - Nuovo scontro tra Comune di Torino e revisori dei conti. L'organo di revisione, presieduto da Herri Fenoglio, ha espresso parere negativo al Bilancio consolidato 2016 perché - si legge nelle motivazioni - non è stato inserito il bilancio di Gtt, l'azienda del trasporto pubblico locale. Dal canto suo l'amministrazione pentastellata tira dritto e intende approvare entro l'anno il Consolidato, osservando che si tratta di un atto ricognitivo che fotografa i conti del 2016 senza alcun potere autorizzatorio. "Non approvare il consuntivo - spiega l'assessore al Bilancio Sergio Rolando - pregiudicherebbe in maniera irreparabile la corretta erogazione del servizio pubblico. Sarebbe un danno perché verrebbero bloccate le assunzioni, gli uffici e, di conseguenza, la Città, penalizzando i servizi e i cittadini". Di qui la decisione di recepire con un emendamento il parere dei revisori e, con un altro emendamento, le deduzioni degli uffici, così da proseguire con l'approvazione. (ANSA).

17:43Traffico rifiuti: ‘I bambini? Che muoiano’

(ANSA) - FIRENZE, 14 DIC - "Ci mancavano anche i bambini che vanno all'ospedale, che muoiano". Così uno degli indagati nell'inchiesta della Dda di Firenze per traffico illecito di rifiuti, che oggi ha portato all'arresto di sei persone, parlando dei rischi di stoccare abusivamente rifiuti pericolosi in una discarica situata vicino a una scuola. "Non mi importa nulla dei bambini che si sentono male - prosegue l'uomo senza sapere di essere intercettato -, io li scaricherei in mezzo alla strada i rifiuti".

17:30Etruria: Boschi, non ho mentito, mai pressioni

(ANSA) - ROMA, 14 DIC - "Anche oggi ricevo attacchi dalle opposizioni sulla vicenda Banca Etruria. Confermo per filo e per segno tutto ciò che ho detto in Parlamento due anni fa. Tutto. Chi mi chiede le dimissioni perché avrei mentito in Parlamento deve dirmi in quale punto del resoconto stenografico avrei mentito. Ho incontrato più volte il presidente della Consob in varie sedi come ho incontrato altri rappresentanti istituzionali: mai e poi mai ho fatto pressioni. Mai". Così Maria Elena Boschi su facebook.

17:25Calcio: De Magistris, il Napoli va sempre sostenuto

(ANSA) - NAPOLI, 14 DIC - "Non mi inserisco in polemiche che non condivido ed esprimo massimo sostegno e vicinanza alla squadra. Sullo stadio noi facciamo fatti e stiamo realizzando un lavoro che sarà portato a compimento nella sua interezza prima delle Universiadi". Il sindaco di Napoli, Luigi de Magistris, ha così risposto ai cronisti che gli hanno chiesto di commentare le dichiarazioni del presidente del Napoli, Aurelio De Laurentiis, il quale in una intervista a Il Mattino ha detto di non aspettare più de Magistris sulla questione stadio. Rispetto al momento che vive la squadra, il sindaco ha affermato: "Va sostenuta da tutti nei momenti belli e in quelli difficili. Siamo fra i primi in campionato e abbiamo grandi prospettive".

17:19Berlusconi, da Salvini puntiglio che sarà superato

(ANSA) - BRUXELLES, 14 DIC - "Non è una cosa che non fa trovare un accordo con la Lega e con Fratelli d'Italia, è un puntiglio che sarà presto superato". Lo ha detto Silvio Berlusconi, rispondendo alle critiche arrivate da Matteo Salvini sull'iter della legge Molteni, all'uscita dalla riunione del Ppe.

17:18Cadavere donna vegliato in casa da figlio per una settimana

(ANSA) - GENOVA, 14 DIC - Il cadavere di una anziana donna di 78 anni è stata vegliata per almeno una settimana dal figlio, malato psichiatrico, di 47 anni. Il corpo è stato trovato oggi dai medici del 118 e dai carabinieri in un'abitazione di Borgoratti, quartiere popolare di Genova. I militari non escludono alcuna ipotesi: il cadavere presenta segni sul collo compatibili con uno strozzamento anche se il medico legale Marco Salvi, intervenuto per il primo sopralluogo, avrebbe accertato la presenza di altri segni che potrebbero far pensare che la donna si possa essere ferita in seguito a una caduta. Il magistrato titolare delle indagini ha disposto l'autopsia per accertare le cause del decesso. Sul posto gli investigatori del nucleo operativo e gli esperti della sezione rilievi.

Archivio Ultima ora