Premio Pietro Conti “Scrivere le migrazioni”: prorogato al 30 settembre

conti

ROMA – E’ stato prorogato al 30 settembre il termine di scadenza del Premio biennale Pietro Conti “Scrivere le migrazioni” di narrativa/ memorialistica, studi e ricerche sulle migrazioni. Il premio, ideato dalla Filef e promosso dalla Regione Umbria in collaborazione con l’Isuc, giunto alla nona edizione, nei suoi anni di vita è diventato una sorta di “osservatorio in diretta” dell’evoluzione dell’emigrazione e dell’immigrazione.

Sono circa un migliaio i lavori arrivati dagli oltre 800 partecipanti al premio in circa 20 anni di attività. Le otto pubblicazioni realizzate sulla base dei lavori selezionati dalle giurie nazionali che si sono succedute in questi anni – partecipate da importanti personalità del mondo della cultura italiana (tra gli altri, Lidia Ravera, Pasquale D’Alessandro, Gianni Amelio, Tullio Seppilli, Emilio Franzina, Carmine Chiellino, Angelo Trento, Chirine Haidar, Francesco Calvanese, Massimo Vedovelli, Maria Immacolata Macioti, Leo Zanier, Alessandro Portelli, Gian Antonio Stella, Carmine Abate ) – sono state distribuite in oltre ventimila esemplari in Italia e nel mondo. Oltre centomila i download dai diversi siti web che hanno rilanciato i racconti e i saggi vincitori delle diverse edizioni del premio.

Quest’anno i premi ammontano complessivamente a 5.000 euro così ripartiti: Sezione Narrativa/Memorialistica euro 2.500 (1.500 al vincitore, 1.000 al secondo classificato); Sezione Studi e Ricerche euro 2.500 (1.500 al vincitore, 1.000 al secondo classificato).

Per leggere il bando completo v. http://comunicazioneinform.it/alla-nona-edizione-il-premio-pietro-conti-scrivere-le-migrazioni/

Condividi: