Azzollini: D’Attorre, ipocrita parlare di libertà coscienza

(ANSA) – ROMA, 31 LUG – “Si poteva cambiare idea, si poteva ritenere che la Giunta avesse sbagliato a non cogliere fumus persecutionis, ma andava fatto a viso aperto, mettendoci la faccia e non trincerandosi ipocritamente dietro la libertà coscienza, apparsa a tutti come volontà di salvare Azzollini per motivazioni tutte politiche”. Lo afferma ai microfoni di ‘Bianco e nero’, su radio1, il deputato Pd Alfredo D’Attore commentando le parole del premier Matteo Renzi.

Condividi: