C.Conti: Castelli (Anci), Comuni massacrati

(ANSA) – ROMA, 1 AGO – “La Corte dei Conti correttamente registra il dato della pressione fiscale locale, chiarendo che va ricondotta alla sempre maggiore pressione che lo Stato centrale ha esercitato sui Comuni. Avvalora, insomma, quel che diciamo da tempo: abbiamo subito manovre pesantissime pari a 17 miliardi ai fini del miglioramento dei saldi di finanza pubblica, un dato che Squitieri aveva già definito sproporzionato”. Così il presidente di Ifel e coordinatore Finanza Locale di Anci, Guido Castelli.

Condividi: