Estorsioni: confiscati beni a cognato boss Messina Denaro

(ANSA) – TRAPANI, 7 AGO – Beni per oltre 600 mila euro sono stati confiscati dalla Dia di Trapani a Gaspare Como, 47 anni, commerciante di Castelvetrano, pregiudicato per associazione a delinquere ed estorsione e cognato del boss latitante Matteo Messina Denaro. Como si trova ai domiciliari. Il provvedimento prevede anche la sorveglianza speciale con obbligo di dimora nel comune di residenza per 4 anni. Como è accusato di avere intestato beni a familiari e prestanome. La confisca ha riguardato negozi di vestiti.

Condividi: