Maxi-sequestro pesce dubbia provenienza a Brindisi

(ANSA) – BRINDISI, 7 AGO – Dieci quintali di pesce di dubbia provenienza, per un valore commerciale di 20 mila euro, sono stati sottoposti a sequestro amministrativo nel porto di Brindisi in un’operazione congiunta di Guardia costiera, Guardia di finanza, Asl e Agenzia delle Dogane. La merce era nella cella frigo di un tir sbarcato da un traghetto proveniente dalla Grecia. Il prodotto era destinato a un centro di distribuzione della Sicilia. L’autista del tir e il titolare del centro ittico sono stati sanzionati.