Elezioni parlamentari in Venezuela, a rischio l’unitá dell’Opposizione

oposicion-venezuela

CARACAS – Mentre il “Gran Polo Patriotico”, l’alleanza dei movimenti e partiti politici filo-governativi, si mostra forte e consolidato; l’unitá costruita attorno la “Mud” pare essere sempre piú a rischio. E prosegue il suo cammino verso l’appuntamento elettorale del 6 dicembre superando ostacoli e evitando pericolose ricadute. La diplomazia dell’Opposizione, che é riuscita a ricucire gli strappi e a saldare l’alleanza dei maggiori partiti, sembra ora di fronte ad una delle prove piú difficile.

E infatti, sebbene “Vente Venezuela”, il movimento di Maria Corina Machado, con un gesto di grande maturitá, ha fatto un passo indietro e ritirato la candidatura di Isabel Pereira, che era stata suggerita in sostituzione di quella della “passionaria” venezuelana – leggasi, Maria Corina Machado – condannata all’interdizione dai pubblici uffici dalla Corte, Il “Caso Copei” pare sparigliare le carte in tavola.

Dopo l’intervento della Corte, che ha imposto d’autorità al partito democristiano una Giunta Direttiva presieduta da Pedro Urrieta, la “Mesa de la Unidad Democratica” aveva deciso di sospendere temporalmente Copei e di non candidare i suoi rappresentanti, in attesa di un chiarimento in seno al partito democristiano. La risposta stizzosa della nuova giunta direttiva del partito verde non si è fatta attendere.

– Non ci piegheremo al ricatto della Mud – ha detto Urrieta che comunque ha assicurato che Copei non presenterá candidati alle prossime parlamentari -. Non ha senso appartenere ad una coalizione che non difende in veri interessi del Paese – ha proseguito -. Non si puó sconfiggere il governo se chi si reputa leader dell’Opposizione si dedica poi a soddisfare i propri appetiti di potere.

Quindi Urrieta ha annunciato che inizierá una campagna per riscattare l’autonomia di Copei
– Ci trasformeremo in una forza morale – ha aggiunto criticando aspramento la “Mud” accusata di essere ceca e sorda di fronte alle richieste della leadership regionale.

Dal canto suo, Jesús “Chuo” Torrealba, segretario Esecutivo della “Mud” é intervenuto per denunciare le azioni che portano avanti la Corte e la Procura ai danni dell’eterogenea coalizione dell’Opposizione. Dopo “Copei”, infatti, la Corte é intervenuta anche negli affari interni del “Movimiento de Integridad Nacional” fondato da Renny Ottolina.

– Quanto sta accadendo oggi – ha affermato il segretario della Mud – è un semplice assaggio di quello che ci attende nei prossimi mesi.

Oggi è prevista una grande manifestazione dell’Opposizione, organizzata dalla Mud, per protestare contro la mancanza cronica di generi alimentari e medicine, l’alto costo della vita e il dilagare della delinquenza.

Ed intanto ieri si sono chiusi i termini per le iscrizioni dei candidati alle parlamentari.

Condividi: