Cassano è tornato, i tifosi della Samp lo riabbracciano

Sampdoria's forward Antonio Cassano reacts during the Italian Serie A soccer match against SSC Napoli at 'Luigi Ferraris' stadium in Genoa, Italy, 19 September 2010. ANSA/LUCA ZENNARO
Sampdoria's forward Antonio Cassano reacts during the Italian Serie A soccer match against SSC Napoli at 'Luigi Ferraris' stadium in Genoa, Italy, 19 September 2010. ANSA/LUCA ZENNARO
Sampdoria’s forward Antonio Cassano reacts during the Italian Serie A soccer match against SSC Napoli at ‘Luigi Ferraris’ stadium in Genoa, Italy, 19 September 2010.
ANSA/LUCA ZENNARO

GENOVA. – Quanto sia mancata la Sampdoria a Antonio Cassano e quanto Antonio Cassano sia mancato ai tifosi della Sampdoria è tutto nel lungo abbraccio con cori, strilli e selfie tra il popolo blucerchiato e Fantantonio, arrivato oggi al ‘Mugnaini’ di Bogliasco (Genova) per sostenere il primo allenamento agli ordini di Walter Zenga. Mister Z era arrivato poco dopo le 16 quando, accompagnato dal team manager Aiazzone è arrivato anche lui: Antonio Cassano è sceso dalla macchina sorridendo ma non troppo. Il tempo di un selfie con un papà e un bambino e poi dentro. Le sue uniche parole sono state la risposta a “quanto ti è mancata la Samp”: “mi è mancata tanto” ha detto e c’è da giurare che comunque Fantantonio fosse commosso. Occhi bassi e dentro di corsa.

E mentre Cassano varcava la soglia della sua casa ritrovata la moglie Carolina Marcialis twittava così: “Bentornato Amore Mio! #peterpan #isback”. Il presidente Ferrero invece ha preferito retwittare il cinguettio di un tifoso, un post che, in fotomontaggio, accosta Cassano a Ferrero e Balotelli in un trio delle meraviglie scrivendo: “E ora completiamo il quadro con un altro bomber”. Ma per adesso i tifosi a Balo non pensano e sognano con il ritorno di Fantantonio: vero che il giro vita non è l’ideale, vero che da sette mesi non gioca, ma per i tifosi il ‘genietto di Bari vecchia’ è rimasto lo stesso di 5 anni fa. E infatti, sceso sul campo inferiore di Bogliasco in gruppo, riesce a mandare in deliquio i 500 che hanno sfidato la canicola e regge il ritmo.

Zenga ordina la partitella e mescola le carte ma Cassano è lì, con gli attaccanti Eder, Muriel, Soriano e Zszolek. C’è anche il giovanissimo Ivan. E segna anche due gol nell’uno contro uno, marcato da Silvestre.

La giornata di Antonio Cassano inizia presto, con l’arrivo all’Ac hotel, sede del ritiro della Sampdoria. La firma del biennale da 700 mila euro più bonus alla presenza del direttore sportivo Carlo Osti e il segretario generale Massimo Ienca, la sigla sotto il pacte d’honneur che consente alla società di rescindere il contratto nel caso Peter Pan dia di matto, poi il pranzo con Walter Zenga, Osti e il procuratore Giuseppe Bozzo. Al termine della colazione, Carolina è venuta a riprendersi Fantantonio per un riposino prima di lasciarlo tornare a Bogliasco e infine l’arrivo commosso su ‘quel’ rettangolo verde. Per una nuova vita, in blucerchiato.

Condividi: