Ragazza morta in spiaggia: pm, forse ecstasy ‘cattiva’

(ANSA) – MESSINA, 11 AGO – La diciassettenne Ilaria Boemi potrebbe essere morta dopo aver ingerito dell’ecstasy ‘cattiva’. E’ la pista privilegiata dalla procura di Messina che coordina le indagini sul decesso della minorenne. Sarà l’autopsia a chiarire la causa della morte. “Se dovessimo trovare conferma a questa ipotesi – spiega il procuratore aggiunto Sebastiano Ardita – avvieremo controlli anche con le altre procure che trattano casi analoghi per verificare se in Italia sta girando dell’ecstasy letale”.

Condividi: