Cocoricò: De Meis, non sfidiamo nessuno, no colpevoli facili

(ANSA) – RIMINI, 11 AGO – Il Cocoricò, chiuso dal questore di Rimini per 4 mesi dopo la morte del 16enne Lamberto Lucaccioni per un’overdose di ecstasy, “non sfida nessuno”. Lo dice Fabrizio De Meis, uno dei proprietari della discoteca presentando la serata contro la droga che farà riaprire,solo per stasera, la ‘piramide’: “il nostro pensiero è no alla droga, no allo sballo”. Per De Meis è innaturale che minorenni siano in discoteca a ballare fino alle 3. Vietare allora l’ingresso ai minorenni? “Può aiutare”.

Condividi: