Ragazzo morto discoteca:famiglia,tragedia faccia riflettere

(ANSA) – LECCE, 12 AGO – “In memoria di Lorenzo, fieri e orgogliosi di lui, rompiamo il silenzio perché vorremmo che l’inaspettato clamore del tragico evento possa indurre a riflessioni profonde”. Carla, Vincenzo e Virginia Toma – madre, padre e sorella del 18enne morto in discoteca a Santa Cesarea Terme (Lecce) – parlano con un comunicato per la prima volta della tragedia che li ha colpiti. I famigliari di Lorenzo invitano a non giudicare con fretta e chiedono di istituire presidi di soccorso nelle discoteche.

Condividi: