Ultimi esami confermano, Lorenzo è morto per cause naturali

(ANSA) – LECCE, 14 AGO – Lorenzo Toma “è morto per cause naturali”. Lo ha detto il procuratore di Lecce, Cataldo Motta, ai giornalisti comunicando i risultati degli esami tossicologici sul corpo del 18enne morto nella discoteca ‘Guendalina’ di Santa Cesarea Terme. “Non è stata rinvenuta alcuna sostanza stupefacente nè a livello di urine nè di sangue nè nel contenuto gastrico”. Dall’autopsia era emerso che il giovane era affetto da una cardiomiopatia ipertrofica, patologia che può causare morte improvvisa.

Condividi: