A Washington “Le Onde: waves of Italian Influence (1924-1971)”

hirshhorn

WASHINGTON – Il Novecento italiano e la sua influenza nel mondo in mostra allo Smithsonian’s Hirshhorn Museum and Sculpture Garden di Washington.

Apre al pubblico il 22 agosto l’esposizione “Le Onde: waves of Italian Influence (1924-1971)”, grazie a cui sarà possibile per la prima volta ammirare una ventina di opere italiane e internazionali appartenenti alla collezione permanente del museo, raramente o mai esposte prima. La mostra, resa possibile grazie al sostegno dell’Ambasciata d’Italia negli Stati Uniti e visitabile fino al 3 gennaio 2016, sarà un viaggio alla scoperta dell’ apporto degli artisti italiani all’ evoluzione dell’ astrazione a livello mondiale.

Da Lucio Fontana, fondatore del movimento spazialista, al futurista Giacomo Balla, a Giovanni Anselmo, esponente dell’ Arte Povera, filo conduttore de Le Onde sarà l’influenza italiana su un’epoca caratterizzata, nella diversità delle varie correnti, dalla comune ricerca di una nuova “consapevolezza tecnologica dello spazio fisico e del tempo”.

“Gli artisti italiani si sono sempre distinti, per le loro idee d’ avanguardia, come veri innovatori culturali. Questo vale anche per il Novecento, come questa bella mostra, allestita in uno dei musei d’ arte moderna piu’ importanti d’ America, metterà in luce. Siamo orgogliosi di aver contribuito alla sua realizzazione”, ha commentato l’Ambasciatore d’ Italia a Washington, Claudio Bisogniero.

“Joseph H. Hirshhorn era un collezionista visionario, la cui generosita’ ha reso possibile la creazione di un museo di arte moderna e contemporanea sul National Mall” ha commentato la Direttrice dell’ Hirshhorn Melissa Chiu. “Questa mostra celebra la sua eredità e al tempo stesso la sua attenzione per l’ arte italiana”. “Le Onde” sarà accompagnata da un catalogo pubblicato da Gangemi Editore, che conterrà saggi dei curatori Kelly Gordon, Mika Yoshitake e di Renato Miracco, Addetto Culturale dell’ Ambasciata.