Libia: premier Thinni accusa Isis di genocidio a Sirte

(ANSA) – TUNISI, 15 AGO – Il premier libico Abdullah Al-Thinni accusa la comunità internazionale di ignorare le violenze e le uccisioni perpetrate dall’Isis a Sirte e di tradire la Libia. In una dichiarazione pubblicata sulla pagina facebook del governo di Tobruk, il primo ministro accusa lo Stato islamico di “genocidio”, appellandosi alla comunità internazionale affinche’ aiuti la Libia a sbarazzarsi dei terroristi, criticando ancora una volta l’embargo imposto dall’Onu sull’ingresso delle armi in Libia.

Condividi: