Alex Boettcher, ‘fatemi riconoscere mio figlio’

(ANSA) – MILANO, 18 AGO – Il legale di Alexander Boettcher ha scritto una lettera al Garante dei detenuti e al sindaco di Milano Giuliano Pisapia, per avere chiarimenti sulle procedure di riconoscimento del figlio partorito da Martina Levato, condannata assieme all’amante a 14 anni per un’aggressione con l’acido. Allo stato, Alexander non ha ancora potuto riconoscere il bimbo. Ma per l’avvocato è fondamentale che Boettcher lo possa fare “per essere parte nel procedimento già aperto davanti ai giudici minorili”.

Condividi: