Venezuela: inflazione ha raggiunto il +213,2% in 12 mesi

colasabastosbicentenario

CARACAS. – L’inflazione sottostante (core inflation) in Venezuela ha raggiunto il 213,2% durante gli ultimi 12 mesi, secondo il calcolo effettuato dalla società Ecoanalitica, per tentare di misurare l’aumento dei prezzi nel paese, un dato che la Banca Centrale di Caracas non diffonde da otto mesi.

La stessa inchiesta indica che nel giugno scorso l’inflazione è stata del 16,1%, portando così il totale accumulato sul primo semestre dell’anno al 115,9%. L’economista Asdrubal Oliveros ha spiegato che per arrivare a queste cifre la Ecoanalitica ha usato tre parametri dei quali gli organismi ufficiali non tengono conto: l’influenza sui prezzi del tipo di cambio sul mercato parallelo, i prezzi applicati nelle reti statali di distribuzione di alimenti e quelli che si ritrovano invece nelle reti di contrabbando.

A causa delle forti restrizioni sul mercato cambiario, il valore del dollaro in Venezuela può variare dai 6,30 bolivar del cambio ufficiale ai 178,4 bolivar usato da Ecoanalitica come media per calcolare i prezzi del paniere alimentare di base. La Banca Centrale venezuelana non pubblica dati sull’inflazione dallo scorso novembre, malgrado la Costituzione ordini allo Stato di informare su questi ed altri parametri macroeconomici.

Per questo, Transparency International ha denunciato le autorità alla giustizia, ma il Tribunale Supremo (Tsj) ha respinto la settimana scorsa la denuncia, sostenendo che la Ong non ha richiesto questa informazione attraverso i canali ufficiali.