F1Spa: brividi e miglior tempo, Rosberg protagonista

Mercedes AMG mechanics cover a tire of Nico Rosberg of Germany his car in the pits during the second practice session at the Spa-Francorchamps circuit, Belgium, Friday, Aug. 21, 2015. The Belgium Formula One Grand Prix will be held on Sunday. (ANSA/AP Photo/Geert Vanden Wijngaert)
Mercedes AMG mechanics cover a tire of Nico Rosberg of Germany his car in the pits during the second practice session at the Spa-Francorchamps circuit, Belgium, Friday, Aug. 21, 2015. The Belgium Formula One Grand Prix will be held on Sunday. (ANSA/AP Photo/Geert Vanden Wijngaert)
Mercedes AMG mechanics cover a tire of Nico Rosberg of Germany his car in the pits during the second practice session at the Spa-Francorchamps circuit, Belgium, Friday, Aug. 21, 2015. The Belgium Formula One Grand Prix will be held on Sunday. (ANSA/AP Photo/Geert Vanden Wijngaert)

ROMA. – Tanta paura e il solito miglior tempo del venerdì. A Spa-Francorchamps è Nico Rosberg l’assoluto protagonista nel bene e nel male delle libere del Gran Premio del Belgio che riporta in pista la Formula 1 dopo la pausa estiva. Il tedesco della Mercedes è il più veloce di tutti nonostante il pericoloso incidente capitagli verso la fine della sessione pomeridiana a causa dello scoppio del pneumatico posteriore destro e da cui è uscito fortunatamente illeso. Evento improvviso, finito sotto indagine da parte dei tecnici della Pirelli, che ha fatto impazzire la Stella d’Argento finita in testa coda senza controllo a 306 chilometri orari.

Un incidente che sembra aver lasciato il segno nello sguardo di Rosberg e anche nelle sue prime parole davanti alle tv poco dopo il termine delle seconde prove libere: ”E’ stato abbastanza scioccante, perdere a 306 km all’ora il controllo della vettura. Non e’ bello, e’ stato brutto, non sappiamo cosa sia successo, ma si vede in tv che all’inizio del giro la gomma si stava rompendo”.

Nessun problema per il campione del mondo della Mercedes Lewis Hamilton autore del secondo miglior tempo di giornata e un po’ preoccupato per i progressi delle Ferrari: ”io fortunatamente non ho avuto problemi con le gomme. Per la gara vedo le Ferrari molto vicine e anche le Red Bull sono andate bene”. Rosse che, nonostante un buon passo gara, hanno chiuso le libere con tempi abbastanza alti, quinto Kimi Raikkonen e decimo Sebastian Vettel. “La giornata non è andata male – ha assicurato il pilota finlandese della Ferrari fresco di rinnovo – anche se lo svolgimento del programma è stato in parte condizionato dalle bandiere rosse, ma così è stato per tutti e alla fine siamo comunque riusciti a portare a termine il lavoro. Abbiamo sofferto il blistering sugli pneumatici anteriori e questo ovviamente non è stato ideale, ma neanche un disastro, perché possiamo fare molto per evitarlo. Domani cercheremo di dare il meglio e vedremo cosa si può fare per domenica”.

Resta cauto sulle possibilità della Rossa a Spa anche Vettel: “Sicuramente è piacevole riprendere il campionato dopo il grande risultato dell’ultima gara, ma dobbiamo continuare a tenere i piedi per terra. Siamo su un altro circuito, con condizioni diverse, e come sempre faremo del nostro meglio. Oggi non è stata una delle nostre giornate migliori e abbiamo faticato a trovare il ritmo giusto, ma penso che domani si possano fare dei passi avanti. Dobbiamo farlo se non vogliamo trovarci decimi sulla griglia di partenza. Oggi – ha concluso il pilota tedesco – non ero del tutto soddisfatto del comportamento della macchina, ma sono sicuro che per domani l’avremo messa a punto e sarà una giornata migliore”.

Venerdì da dimenticare, invece, per la McLaren. Fernando Alonso e Jenson Button hanno ricevuto rispettivamente una penalità di 30 e 25 posizioni in meno in griglia: le sconteranno tutte in questa gara e dunque comunque vada partiranno dall’ultima fila. Il motivo e’ l’utilizzo di nuovi componenti motore nella prima sessione di libere. In tutto per la scuderia inglese 55 posizioni in meno, un vero e proprio primato in negativo.

Condividi: