Immigrazione: chiusi in stiva, sfondano botola per respirare

(ANSA) – POZZALLO (RAGUSA), 26 AGO – “In 200 ci hanno chiusi nella stiva, potevamo morire soffocati così abbiamo sfondato la botola per respirare”. Così alcuni dei 350 migranti sbarcati a Pozzallo alla polizia che ha fermato i due scafisti. Intanto una decina di sopravvissuti alla strage di ferragosto al Gip etneo hanno riconosciuto gli 8 componenti del equipaggio del barcone in cui sono morti soffocati 49 uomini. A Catania arrivata una nave militare croata con 218 migranti e il corpo di un uomo deceduto per malattia.

Condividi: