Guatemala: sì Corte Suprema a inchiesta su presidente

La Corte Suprema ha dato il suo nulla osta alla sospensione dell’immunità del presidente guatemalteco Otto Perez Molina, accusato di aver fatto parte di una rete di corruzione nella quale era implicata anche la sua ex vice, Roxana Baldetti, arrestata tre giorni fa. Secondo l’Alta corte ci sono indizi seri che Perez Molina, insieme a Baldetti e altri dirigenti, avessero organizzato una rete di corruzione nell’amministrazione doganale, dalla quale avrebbero deviato oltre 3 milioni di dollari.

Condividi: