Scoperto il tunnel interrato del mitico treno d’oro dei nazisti

Pubblicato il 28 agosto 2015 da redazione

(FILE) A file picture dated 09 November 2014 of an old mine shaft at the Old Mine Science and Art Centre in Walbrzych, Poland.   EPA/MACIEJ KULCZYNSKI POLAND OUT

(FILE) A file picture dated 09 November 2014 of an old mine shaft at the Old Mine Science and Art Centre in Walbrzych, Poland.
EPA/MACIEJ KULCZYNSKI POLAND OUT

VARSAVIA. – Quasi certamente quello individuato nascosto sotto una collina in Polonia è veramente il leggendario treno carico d’oro e ogni genere di preziosi che i tedeschi avrebbero fatto partire da Breslavia, oggi città polacca, per una destinazione rimasta ignota dalla fine della Seconda Guerra Mondiale. E non sarebbe quindi solo una “spacconata” il suo annunciato ritrovamento alcuni giorni fa da parte di due ricercatori, un polacco e un tedesco, che affermavano di averlo trovato, senza fornire prove, reclamando il 10% del suo “tesoro”. A Varsavia la scoperta viene confermata “al 99%”: si troverebbe in una galleria nella zona di Walbrzych, nel sud- ovest della Polonia, dove è stato individuato un convoglio nascosto, secondo quanto dichiarato dal viceministro della Cultura polacco. Resta poco chiaro, però, se sia carico di oggetti preziosi, o solo di materiale militare.

La verità si potrà conoscere – ha affermato Piotr Zuchowski, responsabile generale per la conservazione delle opere d’arte – soltanto nel momento in cui sarà finalmente possibile avvicinarlo. Quando non si sa. L’operazione è stata già avviata, ma si tratta di un’impresa tutt’altro che facile, dal momento che il treno risulta minato: con mine di porcellana, fra l’altro, molto difficili da rilevare. Zuchowski ha dichiarato però di aver avuto l’occasione di visionare delle fotografie geo-radar sulle quali era possibile individuare piattaforme e cannoni del convoglio. Proprio la circostanza che fosse stato blindato e superprotetto dai nazisti lascia pensare che a bordo “vi possano essere effettivamente oggetti di valore, o cose molto importanti”.

Insomma, potrebbero davvero riemergere lingotti d’oro, gioielli, opere d’arte, archivi. Tutto quello che il regime di Hitler trafugò da musei e castelli polacchi per impedire che finisse nelle mani dell’Armata Rossa, che era ormai alle porte. Così vuole la leggenda locale, mai dimenticata in Polonia, che affonda nella segretezza dell’operazione e nella grande confusione che regnava alla fine della guerra.

Il ritrovamento è stato possibile grazie alla rivelazione fatta poco prima di morire da un uomo delle SS, che ha partecipato 70 anni fa all’azione di occultamento: una testimonianza raccolta da due appassionati della storia di Walbrzych, un tedesco e un polacco, che preferiscono restare anonimi. Il 18 agosto scorso, attraverso un avvocato, i due studiosi si sono rivolti alle autorità locali, promettendo di rivelare il luogo in cui si trova il “treno d’oro”, rivendicando in cambio il 10% del valore del suo eventuale tesoro.

Dopo gli accertamenti, l’amministrazione locale ha trasmesso queste informazioni, che sono state prese subito sul serio dalle autorità centrali. Secondo l’emittente locale Radio Wroclaw, il treno è nascosto in una galleria scavata dai prigionieri dei nazisti in una scarpata, che inizia al 61/mo chilometro del percorso della ferrovia fra da Wroclaw a Walbrzych. L’esistenza del tunnel è stata confermata da Tadeusz Slowikowski, il ricercatore autonomo che da oltre 50 anni si interessa della questione, e ha trovato le prove della diramazione ferroviaria negli archivi tedeschi.

Secondo lo studioso, però, è poco probabile che in questo tunnel si possa trovare il “treno d’oro”: i nazisti, a suo avviso, portavano i tesori in nascondigli più sicuri nel Terzo Reich. Propende dunque por un convoglio carico di materiale bellico, metalli e minerali.

Intanto, Zuchowski ha assicurato che, se a bordo del treno ci fossero davvero opere d’arte e preziosi, i due ricercatori che lo hanno ritrovato potrebbero ricevere quanto richiedono in forma di un premio dal ministero della Cultura. Il ministro della Difesa, Tomasz Siemoniak, ha garantito dal canto suo che l’esercito contribuirà a rinvenire e disinnescare le mine.

I servizi di sicurezza sul luogo sono comunque in allerta: all’ingresso delle gallerie non mancano collezionisti che sognano il “bottino”. Due persone sospette sono state allontanate dalla polizia. Invece a trarre beneficio immediato da questa incredibile storia, è il bellissimo castello Ksiaz, che domina le gallerie segrete. L’umore qui è alle stelle: nell’ultima settimana, il numero dei visitatori è già raddoppiato.

(Tadeusz Konopka/Ansa)

Ultima ora

17:23Calcio: Milan, annullata cena di Natale

(ANSA) - MILANO, 18 DIC - All'indomani della figuraccia di Verona è stata annullata la cena di Natale del Milan, prevista per questa sera fra la squadra e la dirigenza. Non sono ancora chiari i motivi di questo cambio di programma.

17:18F1: Marchionne, se Circus diventa formula Nascar andiamo via

(ANSA) - MARANELLO (MODENA), 18 DIC - "Se le macchine diventano tutte uguali, modello Nascar, se le piste sono tutte noiose come quella di Abu Dhabi, se prima di discutere argomenti più importanti come la libertà di disegnare una macchina, si pensa di togliere le donne dalla griglia di partenza come ha detto Ross Brawn alla Bbc, il bello è che la Ferrari ci mette un minuto ad andarsene". Lo ha ribadito il presidente e ad di Ferrari, Sergio Marchionne, nel pranzo per lo scambio degli auguri di Natale con la stampa specializzata.

17:15Coniugi uccisi a Viterbo: figlio resta in carcere

(ANSA) - ROMA, 18 DIC - Convalida del fermo e emissione di un ordine di carcerazione per Ermanno Fieno, figlio di Rosa Franceschini, 79 anni, e Gianfranco Fieno, 83, trovati morti a Viterbo la settimana scorsa rinchiusi in sacchi di plastica. Lo ha deciso il gip di Imperia in quanto l'uomo era stato fermato a Ventimiglia, mentre era in procinto di lasciare l'Italia. Oggi Fieno si è avvalso della facoltà di non rispondere anche al gip, dopo aver fatto lo stesso sabato scorso col pm di Viterbo. Il gip si è poi dichiarato incompetente a procedere nei confronti dell'uomo accusato almeno dell'omicidio della madre (il padre potrebbe essere morto per cause naturali, attesa per esiti autopsia), e trasferito gli atti nel capoluogo della Tuscia. Qui la procura, guidata da Paolo Auriemma, dovrà procedere con una nuova richiesta di arresto. Alla base dell'omicidio della madre ci sarebbe stata una lite legata al proposito dell'uomo, difeso dagli avvocati Valentini e De Santis, di continuare a usufruire della pensione del padre.

17:13Gb: base Raf in ‘lockdown’

(ANSA) - LONDRA, 18 DIC - La base della Raf di Mildenhall, nel Suffolk, che ospita anche gli aerei dell'aviazione militare Usa, è in 'lockdown' dopo che un uomo a bordo di un'auto avrebbe cercato di forzarne l'ingresso. Ne dà notizia Sky News, secondo cui sarebbe stato compiuto un arresto.

17:10Gb: ecco la foto Natale di William e Kate coi figli

(ANSA) - LONDRA, 18 DIC - I duchi di Cambridge scelgono il colore azzurro per la foto ufficiale di questo Natale. William e Kate coi figli George e Charlotte sono stati immortalati per le festività dal fotografo reale Chris Jackson e tutti hanno indossato abiti di tonalità simili. L'immagine, che appare sui biglietti di auguri della famiglia, viene diffusa nello stesso giorno in cui Kensington Palace annuncia che la piccola Charlotte, due anni, a partire da gennaio frequenterà l'asilo: si tratta della prestigiosa, e costosa, Willcocks Nursery School, che si trova vicino alla residenza londinese dei duchi.

17:00Da Tribunale Napoli ok status rifugiato a lesbica nigeriana

(ANSA) - NAPOLI, 18 DIC - Il Tribunale di Napoli ha concesso ad una ragazza lesbica di origini nigeriane lo status di rifugiato. La ragazza, rende noto Arcigay Napoli, era scappata dal proprio paese nel 2015 dopo che il padre aveva saputo della sua omosessualità: per evitare il linciaggio e la morte ha attraversato il Niger e la Libia per approdare infine in Italia dove nel 2016 ha inoltrato la domanda di protezione internazionale. La domanda è stata in un primo momento rigettata dalla Commissione territoriale di Crotone che ha considerato, si legge nella nota, "poco credibile il racconto della ragazza, acquisito attraverso una videoregistrazione". A seguito di un ricorso e alla convocazione personale della ragazza, il Tribunale di Napoli ha riconosciuto lo status. "Una decisione molto importante - afferma Mara Biancamano, referente legale dello sportello MigraAntino di Arcigay Napoli - Il giudice ha ritenuto che non esistono parametri oggettivi ai quali si possa ancorare il giudizio sull'orientamento sessuale".

16:49Renzi a Di Maio, uscita da euro è follia per economia

(ANSA) - ROMA, 18 DIC - "Stavolta Di Maio ha fatto chiarezza, bisogna ammetterlo: lui voterebbe per l'uscita dall'Euro. Io dico invece che sarebbe una follia per l'economia italiana". Lo scrive su twitter il segretario del Pd Matteo Renzi, commentando le parole del candidato M5s Luigi Di Maio che voterebbe sì in caso di un referendum come "extrema ratio" per l'uscita dall'euro.

Archivio Ultima ora