Immigrazione: veglia e preghiera al porto di Palermo

(ANSA) – PALERMO, 1 SET – Al porto di Palermo si è svolto un momento di riflessione sulle stragi dei migranti che ha visto la partecipazione di esponenti dei culti presenti in città. L’iniziativa è della Consulta delle culture, Caritas, Comunità di Sant’Egidio e Frati comboniani. “La banchina del porto è stata bagnata da più di 90 morti in questi anni – ha detto Adham Darawsha, presidente della Consulta -. L’Italia è stato un paese di immigrazione e non può accettare la cultura della morte e del razzismo”.

Condividi: