Calciomercato: il venezuelano Ponce giocherà con la Samp

andres ponce

CARACAS – Un fenomeno, un predestinato che potrebbe rappresentare il futuro del calcio venezuelano, Andrés Ponce, neo acquisto della Sampdoria.

I blucherchiati hanno ufficializzato l’arrivo dell’attaccante venezuelano classe ’97, da tempo nei radar di mercato della società di Corte Lambruschini, che avevano bloccato il giocatore dallo scorso gennaio, parcheggiandolo ai portoghesi dell’Olhanense dopo averlo prelevato dal Llaneros de Guanare.
Il calciatore della Vinotinto si era messo in mostra nel torneo Sudamericano disputato in Argentina nel 2013: 6 gol in 8 gare disputate. Grazie al suo fiuto in area, si era scatenata già allora un’asta internazionale per il cartellino del gioiellino.

Andrés Ponce é nato l’11 novembre del ’96 a La Cañada de Urdaneta, nello stato Zulia, ma poco dopo la nascita la famiglia si è trasferita nel Barrio Luis Aparicio di Maracaibo. Suo padre, un emigrante colombiano, arrivato in Venezuela ad inizi anni ’90, lavorava come venditore ambulante. Il talento di suo figlio adesso gli ha permesso di migliorare il proprio livello di vita.

In una intervista effettuata da una emittente sportiva locale, Ponce racconta che quando era ragazzino ammirava campioni del calibro di Zidane e Ronaldo, ma che adesso sogna di giocare come Salomón Rondón, la stella della Vinotinto e del West Brom.

Appena informato del trasferimento alla Samp, Ponce non ha saputo nascondere la sua allegria “Mi sento motivato, e voglio approfittare al massimo questa occasione, ogni allenamento. E’ una cosa che sognavo sin da ragazzino, giocare in un grande club”

Andrés ha iniziato a giocare con la formazione del ‘El Tablazo’, ma un giorno, durante una partita attira l’attenzione di un certo Frank Flores, allora allenatore del FundaUAM che gli chiese se voleva giocare con l’Unión Atlético Maracaibo. La risposta del campioncino fu: “Si, voglio giocare con l’UAM. Li ho visti giocare in Coppa Libertadores, voglio giocare con voi”; cosí la racconta quello che poi sarebbe diventato il suo allenatore nelle giovanili della squadra marabina.

Modesto, serio, gran lavoratore, dotato fisicamente (183 cm per 78 kg) e con una tecnica invidiabile, Andrés Ponce ha innato il fiuto del gol. Il giovane calciatore alcuni anni fa, aveva partecipato ad un Campus organizzato dal Milan in Venezuela. Ponce, in una intervista aveva dichiarato che aveva un sogno nel cassetto: “quello di giocare in Serie A”, per il momento si é realizzato.

L’italovenezuelano Franco Signorelli alla Ternana. Si rinforza ancora il centrocampo della Ternana che ha reso noto di aver ingaggiato dall’Empoli il calciatore italo-venezuelano classe ’91 con un prestito valido fino al 30 giugno 2016. il regista sudamericano che va a rimpolpare le fila del centrocampo soprattutto in ottica della costruzione della manovra. Il ventiquattrenne ‘merideño’ arriva dall’Empoli dove tra serie A e B ha disputato 116 partite. L’8 febbraio 2015 realizza il suo primo gol in serie A nella vittoria per 2-0 contro il Cesena. Ora spera di poter dare alla Ternana una mano decisiva per un campionato da vertice.

(Fioravante De Simone/Voce)

Condividi: