Pizza patrimonio Unesco, già 400mila firme raccolte

(ANSA) – NAPOLI, 2 SET – In sei mesi raccolte 400mila firme. Obiettivo, superare il milione: così la pizza napoletana o meglio ”L’arte dei pizzaiuoli napoletani” potrà diventare il 58mo bene della lista dei beni immateriali dell’Unesco e il settimo del Made in Italy. Le firme saranno portate a Parigi, a dicembre, in occasione della Conferenza internazionale per i cambiamenti climatici perché, come ha spiegato Alfonso Pecoraro Scanio, con la Fondazione Univerde, ”la pizza è amica dell’ambiente”.