Meteo Roma, alberi caduti e allagamenti

Vigili del fuoco a lavoro in via Monte Pertica dove per il maltempo un albero è caduto su di un auto in sosta. Roma 04 settembre 2015. ANSA/ANGELO CARCONI
Vigili del fuoco a lavoro in via Monte Pertica dove per il maltempo un albero è caduto su di un auto in sosta. Roma 04 settembre 2015. ANSA/ANGELO CARCONI
Vigili del fuoco a lavoro in via Monte Pertica dove per il maltempo un albero è caduto su di un auto in sosta. Roma 04 settembre 2015. ANSA/ANGELO CARCONI

ROMA. – Alberi e rami caduti, allagamenti in strada e scantinati a causa della forte pioggia che ha interessato Roma. Secondo quanto si è appreso dai vigili del fuoco, sono già decine le richieste di intervento in diverse zone della città. I quartieri più colpiti, l’Eur e Prati. I pompieri sono intervenuti per rimuovere alberi e rami caduti. Tra le strade interessate: via del Mare, via Marmorata, via del Tintoretto e via dei Campi Sportivi.

Una perturbazione presente su gran parte del continente europeo e sul Mediterraneo centro-occidentale sta portando sull’Italia “un intenso flusso di instabilità con fenomeni temporaleschi che, tra la giornata di oggi e quella di domani, tenderanno a intensificarsi al centro-nord, assumendo anche carattere violento e persistente specie su parte delle regioni centrali”.
Lo rende noto il Dipartimento della Protezione Civile d’intesa con le Regioni coinvolte – alle quali spetta l’attivazione dei sistemi di protezione civile nei territori interessati – che ha emesso un ulteriore avviso di condizioni meteorologiche avverse che integra ed estende quello diramato nella giornata di ieri.

I fenomeni meteo, impattando sulle diverse aree del Paese, potrebbero determinare, viene sottolineano,”criticità idrogeologiche e idrauliche”. In particolare, l’avviso prevede precipitazioni, a prevalente carattere di rovescio o temporale, oltre che su Lazio e Umbria, su Piemonte, Lombardia, Veneto e Friuli Venezia Giulia, in seguito anche anche su Emilia-Romagna, Toscana e Marche.

I fenomeni, informa ancora la Protezione Civile, saranno accompagnati da rovesci di forte intensità, frequente attività elettrica, forti raffiche di vento e locali grandinate. Sulla base dei fenomeni previsti è stata valutata criticità rossa per rischio idrogeologico localizzato sull’area di Roma, criticità arancione per rischio idrogeologico localizzato su gran parte del resto del Lazio, sulla Lombardia settentrionale, su gran parte di Toscana e dell’Umbria, mentre per rischio idraulico diffuso su parte delle Marche, sulle restanti parti dell’Umbria e sul bacino dell’Aniene nel Lazio. La criticità gialla sarà invece su parte del Friuli Venezia Giulia, sul Veneto, sulle restanti aree della Lombardia, parte del Piemonte e dell’Emilia-Romagna, sulla Liguria, le restanti zone della Toscana e delle Marche, sull’Abruzzo, sul Molise e su parte della Campania.