Rainbow Warrior: 30 anni dopo scuse agente che mise bomba

(ANSA) – ROMA, 6 SET – L’agente dei servizi francesi che 30 anni fa mise la carica esplosiva che fece colare a picco la nave di Greenpeace Rainbow Warrior ha presentato le sue scuse. In un’intervista al sito Mediapart il colonnello Jean-Luc Kister racconta i dettagli dell’operazione del 10 luglio 1985 in cui rimase ucciso il fotografo dell’organizzazione ambientalista Fernando Pereira. La nave venne affondata su ordine dall’allora ministro della Difesa perché disturbava gli esperimenti nucleari nel Pacifico.

Condividi: