‘Ndrangheta:Buccinasco dice no a cartelli, ‘fanno ridere’

(ANSA) – MILANO, 7 SET – “Non ci possiamo permettere di essere ridicoli, quei cartelli fanno ridere”: così Rino Pruiti, vicesindaco di Buccinasco, commenta la scelta del comune del milanese di non esporre i cartelli non scritto ‘vietato all’Ndrangheta’ che fanno parte di un’operazione promossa dall’Anci Lombardia e ideata da Klaus Davi, nell’ambito della campagna “100 comuni contro le mafie”. “Sotto a un cartello con quello slogan i mafiosi avrebbero scritto: “ma noi già abitiamo qui”, era – dice Pruiti – ridicolo”.

Condividi: