Caso López, unanime nel mondo la reazione di ripudio

leopoldo

CARACAS – Unanime la reazione di ripudio del mondo democratico alla condanna di Leopoldo López. La decisione della giudice Susana Barreiros è stata immediatamente censurata da leader politici e organismi impegnati nella difesa dei Diritti Umani. Dopo l’assistente del segretario di Stato americano, Robert Jacobson, che ha espresso la “profonda preoccupazione degli Stati Uniti” per quanto sta accadendo in Venezuela, la dichiarazioni di John Kerry.

– La decisione del Tribunale – ha detto il segretario di Stato americano – preoccupa per la natura politica del processo, del verdetto e dell’uso che si fa in Venezuela del sistema di giustizia, impiegato per reprimere e castigare chi è critico nei confronti del Governo.

Dal canto suo, l’alto Commissario per i Diritti Umani delle Nazioni Unite, si è detto costernato per la dura sentenza. Repert Colville, portavoce dell’istituzione ha subito affermato che il verdetto è “preoccupante”.

E se i leaders spagnoli Mariano Rajoy, Felipe González y Pablo Iglesias hanno condannato la decisione del Tribunale, Amnisty International, attraverso la Direttrice per le Americhe, Erika Guevara-Rosas, ha denunciato la carenza di indipendenza delle istituzioni, in particolare quelle legate al sistema di giustizia in Venezuela.

Condividi: