Basket Europei: l’Italia domina Israele e vola ai quarti

Israel's Lior Eliyahu, left, and Italy's Alessandro Gentile challenge the ball during the EuroBasket European Basketball Championships match, round of sixteen, between Italy against Israel on Sunday, Sept. 13, 2015 in Lille, northern France. (ANSA/AP Photo/Michel Spingler)
Israel's Lior Eliyahu, left, and Italy's Alessandro Gentile challenge the ball  during the EuroBasket European Basketball Championships match, round of sixteen, between Italy  against Israel on Sunday, Sept. 13, 2015 in Lille, northern France. (ANSA/AP Photo/Michel Spingler)
Israel’s Lior Eliyahu, left, and Italy’s Alessandro Gentile challenge the ball during the EuroBasket European Basketball Championships match, round of sixteen, between Italy against Israel on Sunday, Sept. 13, 2015 in Lille, northern France. (ANSA/AP Photo/Michel Spingler)

ROMA. Un’Italia devastante non lascia scampo a Israele, rifilandole trenta punti di scarto, 82-52, e si affaccia con prepotenza ai quarti di finale dell’Eurobasket, qualificandosi per la seconda volta di fila tra le prime otto squadre del continente. La partita di Lille contro un’avversaria insidiosa è stata condotta al meglio dagli azzurri, che senza fretta ma con decisione hanno costruito un vantaggio quasi insuperabile, 29 punti al terzo quarto, e nell’ultimo hanno potuto controllare. Un vantaggio in vista della prossima sfida, in programma mercoledì contro la vincente tra Lituania e Georgia.

Unico neo di una serata perfetta, l’uscita di Bargnani alla fine della seconda frazione per un problema al polpaccio destro, sulla cui entità si saprà qualcosa solo domani. Sul parquet del “Mauroy”, lo stadio di calcio della squadra locale adattato a palazzetto di basket, l’Italia ha sfoderato un primo quarto eccellente: una sola palla persa, tante cose buone in difesa e il 3/4 da tre di Belinelli che ha suggellato una prima frazione approcciata benissimo.

Gli azzurri hanno fatto circolare bene la palla e allargato il campo, tanto che Israele è finita sotto 22-13 alla prima mini sirena. Nel secondo quarto Israele è torna nel match per un paio di minuti (7-0), complice qualche imprecisione di troppo degli azzurri, ma Alessandro Gentile ha respinto l’assalto prendendo a martellare il canestro, tanto da migliorare il suo record in Nazionale (27 punti). Insieme a lui la squadra si è mossa con personalità e Israele si è arresa (28-9 il parziale della terza frazione).

Gli ultimi 10 minuti hanno confermato che tutti gli effettivi a disposizione di Pianigiani, reggono alla grande un palcoscenico di così alto livello. Il solo Datome, infortunato, non ha sporcato il proprio tabellino. “Siamo tornati nella top 8 europea – ha commentato il Ct, Simone Pianigiani – e questo non è affatto banale. Essere sopravvissuti al nostro girone tostissimo anche dopo aver disputato e vinto due finali contro Spagna e Germania ci ha aiutato per avere l’approccio giusto anche stasera. Ci ha dato la durezza mentale giusta”.

“Oggi – ha proseguito – devo fare i complimenti ai ragazzi perché sono stati bravi in entrambe le parti del campo e soprattutto hanno avuto la capacità di togliere Israele dal match quando sembrava che potesse rientrare dando l’accelerata in attacco e in difesa nel secondo tempo”. “Ora abbiamo due giorni per preparare quella che sarà sicuramente una partita diversa – ha concluso Pinigiani – perché sia la Georgia sia la Lituania presentano caratteristiche differenti rispetto a Israele. E’ bello essere tornati nelle otto migliori squadre d’Europa ed è bello aver rimesso un po’ tutti i giocatori dentro l’Europeo. L’Italia c’è e negli ultimi anni se ne sono accorti tutti”.