Riforme: Romani, senza elezione diretta è vicolo cieco

(ANSA) – ROMA, 14 SET – “Se non c’è apertura sull’articolo 2 per dare la possibilità di eleggere direttamente i senatori, con contestuale riscrittura di un Senato che ha finalmente funzioni di controllo, non si va da nessuna parte”. Così il capogruppo di Fi al Senato Paolo Romani ha risposto sull’atteggiamento del suo partito in Aula alla votazione della riforma costituzionale. A margine di un seminario sul tema in Regione Lombardia, Romani ha risposto che Forza Italia su questo è “assolutamente” compatta.

Condividi: