Migranti: Ungheria, polizia a cavallo sorveglia confine

(ANSA) – BUDAPEST, 15 SET – La polizia a cavallo ungherese sorveglia tratti del confine con la Serbia (175 chilometri) che dalla mezzanotte di ieri è completamente ‘sigillato’ per evitare l’ingresso nel Paese di migranti illegali. In base alla nuova normativa sui migranti, l’ingresso illegale in Ungheria è considerate da oggi un reato punibile con l’espulsione o la condanna fino a tre anni di carcere.

Condividi: