Istat, in miglioramento il mercato del lavoro

Pubblicato il 16 settembre 2015 da redazione

Istat, in miglioramento

ROMA. – “Tutti gli indicatori sul mercato del lavoro hanno segnato un miglioramento”. Così l’Istat riassume la mole di dati contenuta nel nuovo comunicato, che incrocia informazioni prima rilasciate in date diverse. Nel secondo trimestre i risultati più chiari si registrano sul fronte occupazione, con la spinta che, per quanto possa sembrare strano, arriva dal Mezzogiorno. Cambiano anche gli umori, visto che gli scoraggiati, dopo essere lievitati durante tutta la crisi, iniziano a scendere: rispetto all’anno scorso se ne contano oltre 100 mila in meno.

L’Istituto di statistica accende anche un faro sui canali utilizzati per trovare un impiego. L’indagine non lascia dubbi sulle strategie più gettonate: nove italiani su dieci ricorrono ad amici, parenti e conoscenti. Il tentativo dell’Istat è dare una “lettura completa”, riunendo nella stessa nota i dati sulla domanda e sull’offerta. Non a caso il comunicato è stato intitolato ‘Il mercato del lavoro’. Per centrare l’obiettivo è anche prevista l’integrazione con i dati che si basano sulle comunicazioni delle aziende verso la P.A. (attivazioni, cessazioni o trasformazioni di contratti). Si tratta di “armonizzare” queste informazioni con i numeri dell’Istat. Tutto ciò “in collaborazione con il ministero del Lavoro”. E’ in corso infatti una riflessione per fare ordine tra le diverse uscite.

Passando alla sostanza, c’è una new entry tra le informazioni che l’Istat fornirà trimestralmente: il sistema scelto per aggiudicarsi un posto. “L’88,9% delle persone si rivolge ad amici, parenti e conoscenti (+2,3 punti sul secondo trimestre 2014)”, fa sapere l’Istat, dati aggiornati a marzo-giugno. Un primato evidente, anche se di solito chi è a caccia di un lavoro tenta più strade, dal centro per l’impiego all’annuncio web, passando, ma qui le percentuali si abbassano di molto, per il concorso. Guardando oltre la media generale, si evidenzia come la fetta di chi si rivolge ad amici parenti diventa grande quasi come la torta per i disoccupati più anziani e con basso titolo di studio. Invece tra i laureati la modalità di ricerca preferita è l’invio del curriculum.

Una parte dei dati diffusi ricalca quelli pubblicati a inizio settembre, ma dalla prossima uscita sarà tutto nuovo: sia dalla parte dell’offerta, lato lavoratori, sia da parte della domanda, lato imprese. Quindi si ricorda come l’occupazione sia cresciuta anche grazie al Sud (+120 mila unità), alle donne e agli over50 rimasti a lavoro a causa dell’innalzamento dell’età pensionabile. Discorso diverso per i giovani ancora, almeno fino a giugno, in attesa di beneficiare dell’inversione di rotta (per gli under35 la disoccupazione è al 23,9%).

Di certo l’Istat vede rosa: la crescita degli assunti a tempo indeterminato (+106mila), facilitata dagli “incentivi e dal cambiamento normativo sul mercato del lavoro”, potrebbe rappresentare uno dei “segnali positivi”, indicativi della “ripresa economica”.

D’altra parte anche il governatore della Banca d’Italia Ignazio Visco riconosce che gli ultimi dati, specialmente sui consumi, “vanno nella direzione di confermare il miglioramento complessivo delle prospettive di crescita”. Quanto agli sgravi sulle assunzioni si fanno sentire sul calo degli oneri a carico delle aziende, ma il costo del lavoro continua a salire, visto che aumentano le retribuzioni (battendo l’inflazione, a tutto beneficio del potere d’acquisto). Rialza la testa anche la produttività del lavoro, con il numero di ore passate in ufficio o in fabbrica in recupero e non solo perché crolla il ricorso alla cassa integrazione.

(Marianna Berti/Ansa)

Ultima ora

07:57Terremoti, sequenza sismica nel Canale di Sicilia

(ANSA) - ROMA, 14 DIC - Sequenza sismica nel Canale di Sicilia: nella notte si sono registrate almeno 5 scosse di terremoto di magnitudo superiore a 2, le più forti di 3.9 e 3.7 alle 2:13 e alle 2:59. Epicentri circa 60 km a sud della ragusana Modica. Già ieri altre due scosse di magnitudo 3.5 e 3.6 erano state registrate nella zona tra le 12 e le 13. Non si segnalano danni a persone o cose.

01:19Calcio: Gattuso “Donnarumma passa per mostro, ma non lo è”

(ANSA) - MILANO, 13 DIC - Gennaro Gattuso prende le difese di Gianluigi Donnarumma, "pur rispettando i tifosi" che hanno contestato il portiere durante Milan-Verona. "Si sta facendo passare un ragazzo così giovane - spiega l'allenatore dei rossoneri - come un mostro. Non se lo merita, ha valori incredibili. Dobbiamo tutelare un ragazzo in grandissima difficoltà. Non ha saltato mai un allenamento o una partita, dopo il pareggio con il Benevento ha pianto. Io vedo un ragazzo che si allena con grande professionalità e voglia: è il portiere più forte del mondo e un grandissimo uomo". Gattuso commenta le voci di mercato sul portiere: "Se la società dice che non vuole vendere, cosa devo dire di più? Gigio non mi ha mai detto che vuole andar via. E non ho detto che Mino sta convincendo il ragazzo. Vediamo come andrà a finire".

01:08Mirabelli: “Donnarumma? Sappiamo da dove viene male”

(ANSA) - MILANO, 13 DIC - "Non tutte le colpe sono di Gigio Donnarumma. Purtroppo sappiamo da dove viene il male, speriamo nei prossimi mesi di risolvere il problema". Nelle parole del ds del Milan, Massimiliano Mirabelli, c'è un chiaro riferimento all'agente Mino Raiola: "Gigio dovrà venire a supplicarci di mandarlo via. Semmai dovesse succedere, qualsiasi squadra arrivi detteremo noi le condizioni. Non ci facciamo prendere per il collo da nessuno. Io credo che un giorno si accorgerà dove sta il bene e dove sta il male".

01:07Calcio: Letta, fossi in curva fischierei Donnarumma

(ANSA) - ROMA, 13 DIC - "Mi spiace dirlo, ma fossi in Curva a #SanSiro, stasera #Donnarumma lo fischierei". E' il tweet con cui Enrico Letta, tifoso del Milan ed ex presidente del Consiglio, interviene sulla vicenda Donnarumma. Il portiere dei rossoneri, dopo che nei giorni scorsi il suo procuratore Mino Raiola ha chiesto di annullare il contratto appena rinnovato con il club, è stato fischiato e insultato dai tifosi stasera a San Siro, prima della partita di Coppa Italia vinta sul Verona.

00:27Calcio: Premier, Manchester City vittoria con il record

(ANSA) - ROMA, 13 DIC - Tutto invariato al vertice della Premier League, dopo le partite del turno infrasettimanale, valide per la 17/a giornata. Vincono i due Manchester, che restano separati di 11 punti in classifica: il City leader s'impone sul campo dei gallesi dello Swansea per 4-0 (15/a vittoria di fila e record), con doppietta di David Silva, reti di De Bruyne e Aguero, in campo da titolare. E' la 15/a vittoria di fila per la squadra di Guardiola, un record per il campionato. Il City non ha faatto bottino pieno l'ultima volta il 21 agosto. Lo United si è imposto per 1-0 in casa contro il Bournemouth, grazie a un gol di Romelu Lulaku, servito da Juan Mata. al 25'. Successo anche per Antonio Conte e il Chelsea sul campo dell'Huddersfield per 3-1. Di Bakayoko, Willian e Pedrito le reti. Senza gol, infine, uno dei tanti derby di Londra, quello fra West Ham United e Arsenal.

00:16Calcio: Germania, Bayern di misura e ora a +9 sullo Schalke

(ANSA) - ROMA, 13 DIC - Basta un gol del polacco Robert Lewandowski, al quarto d'ora della ripresa, per regalare la vittoria al Bayern Monaco, nella 16/a giornata della Bundesliga. Opposti al Colonia, i bavaresi si sono imposti per 1-0 e adesso hanno un vantaggio di 9 punti sullo Schalke 04, che ha dovuto faticare contro l'Augusta, piegata per 3-2. Di Di Santo al 44' l'1-0, Burgstaller firma il raddoppio al 47', poi arriva la riscossa ospite: al 19' della ripresa Caiuby accorcia le distanze, Gregoritsch pareggia. A 7' dal 90' Caligiuri fa esplodere l'AufSchalke Arena, regalando 3 punti ai 'suoi'. Adesso in classifica Bayern 38 punti, Schalke 29, il Lipsia è a quota 28, dopo essere stato fermato sul pareggio in trasferta dal Wolfsburg (di Verhaegh il vantaggio dei padroni di casa, di Halstenberg il pari ospite). (ANSA).

00:05Calcio: ottavi Coppa Italia, Milan batte Verona 3-0

(ANSA) - ROMA, 13 DIC - Il Milan batte il Verona 3-0 e si qualifica per i quarti di finale della Coppa Italia, dove troverà i 'cugini' dell'Inter, che ieri sera hanno superato ai rigori il Pordenone. I gol che hanno deciso il match sono stati realizzati al 22' da Suso, al 30' da Romagnoli e, nella ripresa, al 10' da Cutrone. Fischi e contestazione a Donnarumma prima dell'inizio del confronto.

Archivio Ultima ora