Doping: Cinquanta, urge un’azione concreta

(ANSA) – ROMA, 18 SET – “Ci si deve attivare affinché si possa dire qualcosa di perentorio nella lotta al doping: le cose stanno andando molto male”. È la denuncia di Ottavio Cinquanta, membro del Cio, a margine del convegno “Sport e salute” all’Istituto di medicina dello sport di Milano. “C’è il rischio – aggiunge – che le Procure nazionali decidano autonomamente sui controlli. Il Cio deve creare un’entità mondiale per evitarlo e auspico che l’Istituto di Milano possa fare qualcosa. C’è bisogno di un’azione concreta”.

Condividi: