Ucraina: direttrice cantine Massandra sarà incriminata

(ANSA) – ROMA, 19 SET – La Procura ucraina incriminerà la direttrice delle cantine di Massandra, in Crimea, con l’accusa di appropriazione indebita di un bene pubblico, per avere stappato una bottiglia di sherry del 1765 (100-150 mila dollari) durante la visita del presidente russo Vladimir Putin e dell’ex presidente del Consiglio Silvio Berlusconi: lo scrive la Bbc in un tweet. Le cantine di Massandra sono considerate da Kiev proprietà del governo ucraino, che non riconosce l’annessione della penisola da parte di Mosca

Condividi: