Migranti: vescovo Canterbury imita Papa, apre porte casa sua

(ANSA) – LONDRA, 20 SET – Seguendo l’esempio di papa Francesco e della Chiesa cattolica, anche l’arcivescovo di Canterbury, Justin Welby, il più alto dignitario ecclesiastico della gerarchia anglicana, apre le porte di casa sua a qualche migrante. Lo annunciano i media britannici. Welby intende mettere a disposizione un cottage in via di ristrutturazione all’interno del complesso di Lambeth Palace, la sua residenza ufficiale di Londra: “Potranno esservi ospitate una o due famiglie di rifugiati”.

Condividi: